Film x francais complet dominatrice lille

film x francais complet dominatrice lille

Sacro linguaggio, cui d'aprire intero All'alma il varco solamente lice ; Che il duol, l'amor, la speme, ogni pensiero Ricopia e dice: E caro è al popolano, che sé stesso Facil vede, sé pensa, e sé comprende, E mentre sul suo vizio ride anch' esso Virtude apprende.

Ma tu non cura ; e t' incoraggi il voto D'altro giudicio. E se finor negato Fu questo vanto a noi, d'empiere il vuoto Ora a te è dato.

Più non si duol che altrove avesser vita Il Porta, il Meli. A Modena più non fu che di passaggio, in occasione il più delle volte di qualche sua nuova com- media che avesse dovuto rappresentarsi per la prima volta in qualche nostro teatro. Quivi viveva il di lui fratello maggiore, il colonnello Giambattista Ferrari, eccellente dilettante, direttore ed istruttore esimio di compagnie filodrammatiche.

Segno questo evidente della intellettualità di un popolo, che, per ragioni di cultura, va messo, a buon diritto, innanzi agli altri. Da Gor- neille, Racine , Molière, a Augier , Dumas figlio, Sardou, Pailleron, Milpac e via dicendo; dalla Rachel a Sara-Bernhardt e alla Bartet; da Got a Monnet-Sully e a Silvain, tutta una plejade di autori e di attori davvero insigni passarono, e passano, per quella storica scena illustre; e, in essa, anche Eleonora Duse s' ebbe dell' arte sua consacrazione nuova.

Risorta, or non ha guari, da' rottami di un incendio spa- ventevole. Quale la cagione prima di tanto dissentimento? Stanno schierati, gli uni agli altri di fronte, gli autori, e gli attori. Non siamo più degli scolaretti; cui il maestro corregge il com- pito.

Che cosa vuol dire "accettar la commedia a correzione? Di Monnet-Sully, o di Goquelin-cadet? Di Silvani, o di Leloir? Di De Ferandy o di Berr? L'attor tragico non ama, e non vede, che la parte tragica: E gli attori — per quanto celebri, non van forse soggetti a continui inganni? I granchi pescati nuli si contano oramai più! E, quando il nostro lavoro è accettato, perchè dobbiamo sommetterci alle correzioni, o alle modificazioni, che il signor Le Bargy, o il signor Leloir, c'impongono alle pruove?

L'opera nostra n' esce di tal guisa snaturata , e alla dignità dello scrittore è recata offesa mortale. Per essa , infatti , le commedie ardimentose, battagliere, dettate da uno spirito nuovo, e scritte con veri intendimenti d'arte, son destinate a non veder mai la luce della ribalta di Molière, che i lettori si lasciano guidar solo da considerazioni bottegaje; avendo una parte negli utili, e negl'incassi.

Non è dunque da maravigliare se il teatro Antoine, il teatro Gemier, e lo sso Gymnase, che, guidati da una mente sola, da una volontà. Il loro pubblico è, poi, all'atto speciale: Né essi hanno la re- sponsabilità di una tradizione classica da conservare e accrescere. Ve- dreste voi, ad esempio, Les remplagantes, Les Avariés del signor Brienx rappresentati sulla scena di Racine, di Gorneille e di Molière?

E, in fin delle fini, siamo, o no, protetti e salvaguardati, ne' nostri più gelosi diritti, dal decreto di Mosca? Siamo poi, forse, degl' imbecilli, cui il senso drammatico si sia talmente ottuso da non saper più distinguere tra una commedia buona, e una cattiva?

E tanti anni di pratica non devono contar più nulla? Gli autori, poi, che si lagnano delle correzioni e modificazioni che il lungo esercizio della scena ci suggerisce, sostengano , se possono, che i nostri consigli, più d'una volta, non hanno salvato le loro com- medie!

Più occhi, non vedran sempre meglio d'un occhio solo? Tra le due parti contendenti interviene, logicamente, un terzo — 1' u Amministrator generale. E sono, poi, chiamato a rispon- dere — dinanzi al tribunale della pubblica opinione — del Ministro —de- gli uomini di lettere — della critica — di tutti i lavori che fiascheggiano: E devo quotidianamente assistere allo strazio di commedie rifiutate, quando al mio intelletto d'arte sembrano invece, opere belle, forti, vitali?

In quelle segrete conventicole, fu votata una protesta contro il Glaretie che i giornali stamparono, ma che al colpito non fu data nemmeno in copia! Gon un bel gesto , il Glaretie , letta ne' giornali la fiera protesta, scrisse al Ministro che restituiva immantinente la parte da lui perce- pita sugli utili del teatro.

La ribellione , questa volta , oltrepassava il giusto segno: Con questa nomina — accolta dagli autori e dalla stampa con sin- goiar favore , essendo il Guitay persona di gran valore e d' inconte- stabile ingegno — il Ministro e il Glaretie si vendicarono, nobilmente, del rifiuto che il signor Le Bargy aveva dato al Lavedan , che desi- derava lo ajutasse a mettere in iscena il suo Marchese di Priola.

I ribelli, fregandosi le mani, dicevano: E, non riconoscendo al lor Amministrator generale le capacità tec- niche volute, già credevano di tener in pugno la vittoria! Le prove del Marchese di Priola sono già cominciate sotto la di- rezione del Guitay: Da quanto ho brevemente esposto, e con tutta imparzialità, scatu- riscono varj insegnamenti, e nasce pi t d'una importante questione.

S ino, oppur no, gli attori — generalmente parlando — buoni giu- dici in fatto di commedie? L'opinione di un uomo solo , che sia un letterato illustre [è il caso del Claretie], vale ora più, o meno, di quella di sei o sette attori riuniti?

Una sola responsabilità, poi, vai sempre me- glio — a mio credere — di molte altre responsabilità , che si elidono l'una con l'altra.

Chi dirige un Teatro, e ne è creduto degno , deve poter rispondere delle azioni sue, non di quelle altrui. La lettura delle commedie è. Ogni Direttor di teatro deve poter rispondere dinanzi al pubblico delle produzioni che mette in iscena: La respon- sabilità, ripeto, dev' essere una sola.

E, adesso, s'impone un altro importante problema: Ogni accolta di attori, deve, uppur no, esser mudata e istruita da una mano tecnica? La risposta a queste domande non mi par difficile. L' azione di lui sarà di tal guisa libera da ogni pastoia, e frenata solo da' più no- bili intendimenti d'arte. Giulio Claretie, nelle dure vicende di questi giorni, ha toccato con mano l'ingratitudine degli uomini , e quella. Non e' è cortesia , non e' è favore , eh' egli — buono e generoso — non abbia usato.

Molti Sociétaires devono a lui la bella condizione che hanno alla Comédie: Ebbene, salvo pochissimi, tutti gli fecero e fanno, l'uomo addosso: E seguiterà, con mano ferma, confondendo i suoi avversari, a dirigere le sorti del primo Teatro di Francia. È ben difficile di riuscire prima di questa età nel genere drammatico, che esige la conoscenza del mondo e del cuore umano. Ma per tutti basterebbe 1' esempio di Molière. Sono persuaso che anche il giovane autore più smanioso di farsi rappresentare la sua prima commedia si accontenterebbe di giungere alla gloria dell' oscuro tap- ziere di via Sant' Onorato, tranne forse quel giovanotto — ignoro se autore, o critico, o semplice spettatore— che all'uscita di una rappre- sentazione del Tartuffo, al teatro Valle di Roma, fece questa osser- inente concisa, sul merito del lavoro: L' autore del Misantropo scrisse la sua prima commedia: Lo Stor- dito, a trentadue anni: Il maestro di scuola, ecc.

Per trovar questi bisogna arrivare al L, che è l'anno della Scuola delle mogli, cioè quando Molière aveva quarantanni. Ed io rispondo che questa mia asserzione è basata su dati statistici, su una lunga osservazione delle biografie dei commediografi; e lo studio fatto mi fa concludere cbe sono pochissimi quegli autori, che scris- sero delle buone commedie o delle buone tragedie in giovane età.

Goethe, ad esempio, fu precoce: Anche Schiller fu relativamente precoce: Ho qui sott' occhio una lunghissima lista di nomi di autori dram- matici francesi vissuti la più gran parte nel secolo scorso: Mi piace riportar qui i nomi di questi scrittori — tragici e comici — affinchè non si taccin di temerarie le mie osservazioni: V Eugenia, un medio- crissimo dramma.

Colle e Favart a più di cinquanta. E non ignoriamo che a venticinqu'anni il riformatore del teatro ita- liano aveva scritto un' Amalassanta. Poiché questo è il più caratteristico degli scrittori teatrali: E non è il solo a fare questa confessione.

Ma porhissimi hanno l'abilità di accumulare dentro di sé tutto quanto: Il mestiere di autore drammatico richiede la pratica della vita so- prattutto: Tutti si accordano nel riconoscere il Teatro come una delle più difficili forme letterarie— forse assolutamente la più difficile. Vediamo romanzieri illustri, poeti squisiti, eruditi filosofi tentare la forma dram- matica, e riuscir mediocri: Il che prova che quell'assioma, sentenziato da qualche ignorante o da qualche im- becille, che il Teatro è una forma d' arte inferiore, non regge al buon senso, poiché degli illustri scrittori non aspirarono a mutar forma let- teraria, per esprimere le loro idee.

In ogni modo, poiché mai s' è dato il caso di un autore dramma- tico, che -giunto alla celebrità — abbandoni il Teatro per il Romanzo o per la Novella, vuol dire che questa forma letteraria prende, con- quide, soggioga almeno più di ogni altra. Invece è assai comune il caso di un romanziere illustre che tenta il Teatro: E lo stesso D'Annunzio, che ancor non diede al Teatro italiano delle opere vitali e ci auguriamo che la Francesca tal sia , pur riconobbe per la forma scenica esser necessaria una maggior maturità di senno, che per la poesia lirica o per il romanzo in cui già s'era illustrato: E la ragione è questa: La teoria dell' " arte per 1' arte , che Dumas figlio chiamava tre parole vuote di senso ne" Teatro non regge: Le opere unicamente di fantasia non sono de- stinate a vivere lungamente , a menu che le animi il genio di uno Shakespeare.

E — poiché ci siamo — neppure il grande tragico inglese fu precoce nella sua colossale opera teatrale: Amleto, Otello, Re Lear e Macbeth, che rappresentano le quattro colonne incrollabili del genio tragico, furono scritte fra i trentotto e i quarant' anni. M ; non si creda già che la febbrile ed agitata vita moderna abbia antecipato la laboriosità feconda degli autori drammatici. Anche i mi- gliori fra i contemporanei, coloro che ancor colgono il lauro vittorioso dal pubblico d'oggi, scrissero i loro drammi più perfetti in quell'e- poca della vita, in cui l'uomo pensa, ragiona, agisce con minor passione, ma con maggior ponderatezza e più serenamente.

Ibsen compose il suo primo dramma, il Catilina, a ventinove anni: E Bijornson scrisse il suo Fallimento a quarantatre anni.

La questione , vedete , del decadimento del nostro Teatro non è semplice quale apparisce agl'ingenui. Sono innumerevoli i fattori che contribuiscono al progresso od al decadimento delle Arti. E se entrano, come fattori, tutti questi elementi messi insieme, non è chiaro che occorrerebbe, più che un articolo, un grosso volume per chiarire le cause di questo stato di cose? Ma io non voglio con questo rimpicciolir la questione sino a chiu- derla nei limiti e neh" idea del denaro , sebbene i seguaci di Carlo Marx, in opposizione alle teorie sociologiche di Spencer, possano, a tale proposito , dimostrare che il fattore economico precede tutti gli altri moventi delle umane azioni, incluso quello psicologico.

Io dico piuttosto che è inutile pigliarsela con questa o quella classe di persone, e tanto più inutile, in conseguenza, far risalire al cattivo volere degl' individui la responsabilità di uno stato di cose, che in fatto di letteratura, e di letturatura drammatica in ispecie , origina , come fatto, da un unico germe la mancanza di una coscienza nazionale.

Bene a ragione Roberto Bracco, parlando dell'ultimo congresso dram- matico, tenutosi a Roma sui principii del , scriveva nel Proscenio: Qui si obbietta, e non fuor di luogo: Ma è appunto la sovreccitazione fantastica del sogno che li rese fecondi. Mancando l'Italia, eglino se la crearono con l'im- maginazione , col desiderio ardente, con la fede; ed il miracolo fu possibile. Oggi, aliimè, è triste, è terribile confessarlo, la realtà, che non ha corrisposto al sogno, ci ha fatto dare un passo indietro; e quella co- scienza nazionale, che doveva essere la suprema conquista dello spirito, il mezzo più potente del nostro benessere sociale, è venuta comple- tamente a fallire.

Non più nelle nostre aspirazioni; e nemmeno nella realtà delle cose: Si ha un bel far la voce grossa e mostrarsi sorpresi od offesi, tutte le volte che in un giornale d'Italia si affaccia una que- stione di regionalismo. Né la nostra simulata meraviglia, né tutte le querimonie di questo mondo avranno il potere di distruggere la verità! L'abbiamo noi tutto questo?

Non basta, v' è qualche cosa di più essenziale: In lavoro drammatico, che abbia, a Parigi, ottenuta la palma della vittoria, corre trionfalmente per tutti i teatri della nazione, assicurando dovunque al suo autore il successo morale ed economico. Vuol dire, prima di tutto che l'amore del Bello è più radicato che da noi.

In Italia, invece, dove, a prescindere dalla educazione e dalle tra- dizioni storiche, il modo di pensare e di sentire di una regione è agli antipodi con quello delle altre, accade questo: Che pretendono i critici ed il pubblico?

Qual' è la via che gli uni e l'altro additano loro? Ecco dei punti in- terrogativi che attenderanno invano una risposta, tanto più se si con- ra che non sempre la insperata fortuna di un consenso unanime di pubblici sia indizio del valore artistico di una commedia. Stabilita la premessa , il resto non è che illazione , conseguenza.

Anzi, più nobili e forti sono codeste energie , maggiore ostacolo in- contrano ad esplicarsi in mezzo alla indifferenza universale. Mancando il compenso morale, il ricambio, manca conseguentemente il compenso materiale, economico, il quale presuppone la richiesta del la- voro.

Or quanta parte, voi chiederete, in questo stato di cose ha il fattore economico? E, per specificar meglio la domanda e metterla in l'ap- porto all'argomento: Non e questo il momento che io risponda ad obbiezioni di tanta importanza.

Per ora poiché temo d'aver annoiato i lettori — faccio punto, ma concludo che i ripetuti, bene- auguranti successi delle commedie italiane contribuiscono anch' i dal canto loro ad uniformare i disparati gusti estetici del puhhlico, ad affratellarci, almeno, nell'ordine delle idee e dei sentimenti che ema- nano dalle buone opere d'Arte.

Da quel famoso dialogo sul santo andai oltre sino alla condanna di Socrate , e mi fermai per non abbattermi nel Fedone.

E il titolo del mio scrittarello è proprio questo: C è in esso qualche alito della vita e della lingua di quei tempi?

Qualche carattere, come quello di Melilo e di Santippe, è liberato, almeno in parte, dalla tradizione volgare? Io non sono un artista. Sono un cultore delle cose filo - sofiche ed un ammiratore degli uomini e delle cose grandi.

E a me piace riprodurre queste belle e nobili parole da lui scritte a un amico prima della rappresentazione, perchè, dopo il trionfo del dramma, mi pare acquistilo, per la loro semplicità modesta, un più alto e significante pregio.

Il pubblico ha infatti dato il suo giudizio , che non poteva essere più favorevole, dimostrando in tal modo che la sua educazione artistica si va affinando, e come esso, innanzi a lavori i quali richiedono preparazione di cultura, purché resi con senso elevato d'arte, sappia comprendere e ammirare. L' impresa , cui l' illustre filosofo si è accinto , era tutt' altro che facile. L'erudizione profonda del Bovio e 1' alto pensiero Platonico, che danno ai varii dialoghi come una continua impronta di grandezza, non inceppano, né raffreddano lo svolgimento del- L'azione.

Egli ha saputo dar vita teatrale all'opera sua. Eliaci fa subito compren- dere di quale potenza sia il fascino che il Filosolo esercita su le anime appassionate capaci di comprenderlo: Ma il credente nel dio ignoto ben presto si presenta egli stesso al pub- blico.

Egli s'incontra con Eutifrone, il quale si avvia al Tribunale per accu- sare suo padre Cherecrate reo di omicidio, come, d'altra parte, Socrate è accusato da Mei ito di non onorare gli Dei e di corrompere la gioventù. E qui, nel dialogo col fanatico Eutifrone, il carattere di Socrate si delinca subito netto e preciso. Finemente mordace, ironico, acutissimo nell'argomen- tazione benché all', apparenza semplice e piana.

E quando poi sopraggiun- gono gli accusatori: Licone avversario implacabile, e Melito dubbioso, peri- tante, angosciato dalla stessa sua incertezza, allora, nella breve disputa sul Santo e nella magistrale difesa, il maestro di Platone ci appare intero e rispondente al tipo storico che di lui ci siamo formato tin dai primi anni di studio. Ma una scena passionale interrompe opportunamente le dispute filosofiche.

Santippe che, conforme ai canoni della novissima critica, non è più la que- rula, pettegola moglie, ma la compagna affettuosa e buona, piange, forse troppo modernamente drammatica, circondata dai due figli, su la sorte del marito; tenta di fargli accettare una mina per corrompere i giudici; mostra tutto il suo dolore per l'ingiustizia che colpisce l'amato innocente.

Socrate, turbato da un solo momento di debolezza subito vinta, dà saggio in questo dialogo della forza del suo animo imperturbabile e della serenità classica del suo spirito. Egli, ossequente alla legge fino al sacrificio, ascolta, a braccia levate, con rispetto, l'accusa del messo del Tribunale, e lo segue per sottoporsi al giu- dizio del popolo.

E quando finalmente torna, dopo la condanna a morte , egli attraversa la scena seguito dagli undici, a passo fermo, a fronte alta, impassibile. Pare il mito della serenità filosofica: Con quel vecchio si spegne la giovinezza dell' Eliade! Eie note del- l'inno di Simonide rivibrano con suono come di corde spezzate. Epilogo drammaticamente hello, rapido, scultorio. Ila reso poi il personaggio di Socrate perfettamente, da artista sommo.

La compagna di Alfredo De Sanctis ci ha dato iersera, al Teatro Nuoro questo dramma storico, che il pubhlico ha accolto col massimo favore. Ch'ine lo accenna una indicazione aggiunta al titolo, esso ha per soggetto la giovinezza di sant' Agostino , meglio ancora, la graduale , prima evolu- zione di lui, dal paganesimo , al cristianesimo puro.

La favola , a fonda- mento storico, è lieve , Agostino , uno de' trebbiadori , sodalizio di giovini gaudenti. L'etèra Maura, sorella a Fabtdlo. La misera, trasportata su la scena, spira l'anima, dopo aver perdonato a Maura e pregato il padre di perdo- nare ad Agostino. E sono tutti questi atti di clemenza, di bontà, di sacri- ficio, di virtù, che, grado grado, vincono lo spirito d'Agostino, già incline alle più alte idealità, e lo traggono verso il cristianesimo.

Il dramma , come accade soventi dei lavori storici , manca alquanto di teatralità ; ma ripaga una tale mancanza con notevolissimi pregi di con- cetto, di sentimento, di forma. La evoluzione etica del futuro vescovo di Ippona è seguita con logica gradazione persuasiva ; appare naturale ed evi- dente che, data la congenita indole sua, egli, di fronte ai fatti, che gli si - 'ito sotto gli occhi, debba finire per convertirsi alla novella fede. Qualcuno ha voluto notare che Agostino di Tagaste; non noi , a Car- tagine , ma soltanto sette anni dopo, ;i Sfilano, grazie alla influenza di San- t'Ambrogio, si converti, dal paganesimo, al cristianesimo.

Bla questa è una meschina sofisticheria riguardante la materialità, non la essenza spirituale del tatto. Un'alta coscienza, siccome quella del futuro vescovo d'Ippona, non poteva trasformarsi, li per li. Nel bel dramma del Ratti , Agostino , pagano sempre , non chiede già , all'ultimo, il battesimo; non si fa già cristiano, cattolico, ma, scosso pro- fondamente dalle prove di sacrificio e ili misericordia, che gli si svolgono soft' occhi, si sente attratto verso la nuova fede ed esclama: È un buon lavoro, in una parola, che trionferebbe ancor più, se dato da compagnia meglio adeguata a un tal genere.

Non che il De Sanctis. Stasera il dramma si replica. La ricerca inquieta di nuove sensazioni che caratterizza V arte moderna -otto tutte le sue forme, ha suggerito ad un poeta fine ed intellettuale qual è il Tumiati di dar vita ad un genere di spettacolo finora intentato seb- bene non manchino nel teatro esempi parziali di effetti raggiunti con mezzi analoghi. Invece il Tumiati vuole che, se la musica è interna gli sguardi si concentrino sul dicitore che col gesto e colla fisonomia cerca e trova molte volte, effetti ragguardevoli di espressione, mentre, non senza ragione egli deve avere pensato che nelle conferenze con projezioni alla voce dello spiegatore che echeggia nell'oscurità, rimane generalmente una parte molto secondaria e sacrificata.

Anzi, del melologo del Tumiati, il punto scabroso sta precisamente nel carattere ancora troppo ambiguo di questo unico personaggio: Talora è il narratole, il poeta stesso, che de- ve una scena, un' azione, 1' aspetto di un paesaggio: S'intende che in questi momenti 1' e- spositore non si rassegna ;t questa parte troppo arida, ma si sforza di ren- dere la senzazione, di drammatizzare la descrizione, di evocare l'immagine fisica dell' oggetto, di dare insomma il maggior valore possibile all' opera letteraria ch'egli ha incarico di rivelare all'uditorio.

Altre volte sono personaggi veri e propri che parlano per bocca del di- citore e la parte della musica si limita ad un semplice commento: E sotto questo aspetto bisogna dire che il Tumiati non poteva dare miglior prova di abilità ingegnosa, e non poteva essere meglio secondato dai suoi intelligenti collaboratori. Perfino 1' allestimento scenico, sobrio e severo, con un immenso padiglione a grandi pieghe, di un tono rosso in- dovinatissimo e rischiarato nello sfondo da un vivo riflesso di luci elettriche nascoste, sembrava predisporre il pubblico a qualche cosa di arcano, senza troppo assorbirne 1' attenzione coli' apparato esteriore.

Poeta e musicista poi non potevano meglio intendersi e com- pletarsi a vicenda. Su questo breve canevaccio il Tumiati ha tessuta la sua leggenda. Dapprima un ritorno dalla caccia e il massacro dei cinghiali svenati nel cortile del castello; poi le bande dei trovatori che contemplano l'apparizione della gentil donna sulla torre dei leoni: La musica del maestro Vittore Veneziani non potrebbe esser più fina e - Hata.

È musica di tipo francese, tutta una armonia di sonorità velate ed iridescenti: Una certa parte del successo per debito di giustizia va attribuita anche al dicitore Gualtiero Tumiati che ha il dono inestimabile di una voce na- turalmente musicale, e sa farne uso con sapiente artificio, variando le di- verse intonazioni, forzando a tempo la nota, e sottolineando ogni intenzione del poeta.

Senza dubbio si tratta di un metodo di declamazione tutto spe- ciale, che non va giudicato coi criteri della recitazione ordinaria nei teatri di prosa, dato il genere del melologo , è chiaro che la declamazione per rendersi accetta , deve necessariamente assimilarsi fin quanto è possibile coli' elemento musicale.

E per un primo passo è già qualche cosa. Per ' Una tempesta , Auto-difesa: A tale uopo Y autore asse- risce; 1. Il Butti risponde che la critica falsa le sue intenzioni, che non eran quelle di tentare un'impresa tanto gigantesca qual' è l' intera questione sociale ; egli non ha inteso che rilevare una tendenza tipica del tempo, abbozzandone le apparenze e di- mostrandone gli eccessi; ha voluto mostrare il desiderio di mutamento della società, il quale quando è spinto all'eccesso si esplica in odi contro le istituzioni ed in amore verso gli umili.

Questi due sentimenti volle rendere sulla scena , personificando in Adolfo il secondo , nel compagno il primo. I critici han dato dell'imbecille ad Adolfo, del delinquente al compagno; ma anche di imbecilli è piena la società contemporanea, dice l'autore, perchè dunque lo scrittore non deve occuparsi anche di costoro?

Per l'altro per- sonaggio invece, l'autore asserisce d'aver studiato in libri e processi il tipo anarchico, e da questo studio è uscito il suo personaggio: Le altre figure son trovate sbia- dite e solo abbozzate, mentre, dicono i critici, avrebbe potuto l'autore trarne profitto per ottenere dell'effetto.

L'autore risponde che non era questo il suo fine. L'autore invece , partendo dal suo principio , di voler spiegare la influenza del compagno sulla folla, mostra come esso sia essenziale, neces- sario: In questa sua lettera il Lothar dà molte notizie attorno alla cronaca dei teatri tedeschi e al movimento intellettuale nel teatro del suo paese. Parla di Ermanno Bahr con riverente simpatia e lo difende da qualche accusa di contraddizione: E si serve, come esempi, della que- stione del divorzio e della vita parlamentare.

A questa appartengono il Nuovo Sansone di Karlweis, rappresentato con successo al teatro popolare tedesco, L'Apostolo di Bahr, dato al Burgtheater di Vienna, e in prepara- zione al teatro Vaile di Roma , dove sarà rappresentato dalla compagnia per la casa di Goldoni, e il Vira la vita! L' Apostolo ha questa azione: Quest'ultima è certamente quella che meglio risponde all'esigenza di tali lavori , ma il ministro e il suo partito vogliono invece che la Banca Nazionale sia la prescelta.

Nel partito del ministro è un giovane, Gohl, amico intimo di famiglia del ministro, ambizioso, un intraprendente che, per rag- giungere la sua mèta, non ha riguardi per nessuno. Costui vuol diventare presidente; ma il ministro, che non ha molta fiducia nelle sue qualità mo- rali e intellettuali e aborre che uomini di partito si approfittino dello stesso partito per affermarsi, non è disposto ad ascoltarlo.

La moglie del ministro un giorno ha necessita di danaro — Dio mio, il ministro ha da pensare a ben altro che alla casa! La signora non sa la provenienza del danaro; ella è contenta di averlo. Ora, esso viene proprio dalla Banca Nazionale; e poiché il ministro si ritinta categoricamente di soddisfare le aspirazioni del Gold, questi nella seduta della camera provoca uno scandalo, alleluiando che il ministro è stato comprato e che è un ladro; e mentre il tumulto sempre più annienta , egli mostra le ricevute della Banca, firmate dalla moglie del ministro.

L'apostolo precipita; egli, che avea goduto il più alto grado di popolarità, esperimenta poi su sé stesso quanto la fortuna pia volubile. E ambedue rinunziano alla vita politica per ritirarsi in luogo quieto e lontano, per amare gli uomini e insegnare loro l'amore e la bontà. A lui vien negato l'intuito del teatro, mentre lo si giudica uno scrittore forte ed un giornalista grande. Il Lothar quindi si occupa del Karhveis del quale abbozza la vita di scrittore e di artista ; del Dormami e del successo del suo dramma: A traverso questi accenni l'articolista nota l'accentuazione del movimento intellettuale verso l' ideale romantico , e si domanda: Questo sarà per me il momento più interessante nella Storia del loro sviluppo?

Purtroppo, di questo nuovo non fortunato dramma di Hauptmann , ha già parlato ai lettori di questa Rivista G. Ma pensiamo che alla domanda che si fa il Lothar, i due grandi drammaturghi della Ger- mania, specialmente l'Hauptmann, quando che sia, sapranno rispondere sem- ine con.

Perchè no V Sono le correnti d'idee immuni da preconcetti? Le compagnie drammatiche italiane daranno , ome già ab- biamo detto altra volta, una recita in tutta Italia, ed anche all' estero, se all'estero, si troveranno, in onore della gloriosa artista, e nello stesso tempo, dall'introito della serata, verseranno un tanto, od anche il tutto, sa vor- ranno e potranno, a vantaggio del fondo dei poveri vecchi artisti che é annesso alla Società di Previdenza.

Festa d'arte e di beneficenza ci. Se non che a Roma è sorto un comitato romano che ha creduto anch' esso di rivolgersi ai ca- pocomici per chiedere a sua volta un tanto per offrire un dono alla Ristori.

In dono alla grande, benissimo, ma bisognava rivolgersi ad altri e non danneggiare la prima idea , chiedendo a coloro ai quali si è già chiesto qualcosa per la Previdenza, un altro tanto per attuare un nuovo disegno.

L' atto ha molto addolorato Tommaso Salvini, il quale, sdegnosamente, ha rifiu'ato ogni suo intervento alle feste di Roma, curando solo quelle eh' egli intende promuo- vere in Firenze , e che riusciranno degne del più grande maestro d' arte drammatica vivente. Non uno, ma cento comitati si potevano creare, a patto che le nuove proposte non avessero danneggiate le prime. Certo la prima idea trionferà, ma era desiderabile che il nome venerato della Ristori non si fosse ripetuto in incidenti poco piacevoli, anzi dolorosi.

La festa doveva unicamente appartenere all' arte drammatica, tale doveva essere il suo ca- rattere , e sarebbe riuscita degna d" Italia. Ma no , occorreva introdurci il mondo ufficiale per perpetuare nelle feste dell'arte libera e grande, il pro- tezionismo di etichetta delle consorterie del nostro tempo. Non è possibile nulla in questo nostro bel Regno senza fragorose carnascialate. Speriamo che il buon senso trionfi, e che la solennità della festa ristoriana tragga la sua forza, il suo splendore, soltanto dalla semplicità onde sarà per svolgersi.

La dote e stata negata. Naturalmente, i fautori della dote hanno pittato l'allarme e hanno detto cose terribili. Ad esempio , hanno gridato che una brutta ora volge sul nostro mondo!

Che cos'è, siamo giunti al tempo delle vacche magre V Andiamo, via, non esageriamo e sopratutto non ci facciamo abbandonare dalla ragione. L'arte rimane al disopra dei referendum, dei municipii, delle imprese teatrali e di qualunque altro fattore terreno! Tutti, in buona o in mala fede, par- lano in nome dell'arte, ma quanti provano di sacrificare qualche cosa del proprio a quest'Arte?

Anche quello artistico è un lavoro che va compen- sato, e chi lo neg. Ma bisogna provvedere a regolale in generale la misura del compenso; bisogna provvedere, quando si vuole una dote, a preparare ai meno abbienti, il modo di entrare nel teatro' dotato, pagando poco, e godendo la loro parte di arte, che sulla massa dell'assegno, è venuto a pa- gare per essi il Comune. Invece che cosa accade?

Dote , prezzi altissimi servono per rendere possibile un complesso ingordo di speculazioni: Agli umili che si riserva in questa cosiddetta questione arti- stica? Il beneficio che viene loro dal movimento del piccolo commercio, che inevitabilmente si crea attorno ad un grande teatro , durante la sua gestione? E poco ed è in contraddizione delle idee artistiche dei fautori delle doti.

Ah, quale ilarità destano queste concioni tut- t'altro che altruistiche e sennate! Lascia sedici o diciassette opere teatrali e parec- chi figli poverissimi! Lo Scarani era una persona assai mite, assai gentile, un lavoratore senza tregua , ma poco fortunato!

Aveva alunni già dive- nuti maestri, che 1' adoravano, perchè potevano con coscienza dire di poter benedire all'insegnamento di lui, sereno, esperto, acuto, vigile, amorevole. Povero Scarani, povero e caro e coltissimo uomo! La notizia della sua morte ha veramente rattristato i pochi che gli erano rimasti devoti amici, ammiratori della nerezza del suo carattere. Dopo il successo riportato dalle attiche, l'illustre uomo ha voluto rivedere quelle romane, che aveva già scritte circa dieci anni fa.

Con pochi tocchi esse potranno sostenere la prova della rappresentazione teatrale e siamo sicuri che un nuovo successo non potrà mancare. L' illustre uomo attende ora ad un ponderoso lavoro scientifico: La fenomenologia, di cui diamo oggi un prezioso brano. Gli è cosa gradita, ogni tanto, ricorrere al cielo dell'arte, quasi come a dar ri- poso alla sua mente affaticata, ed a questi riposi il teatro deve, tra gli altri lavori dell'illustre filosofo, quel vero capolavoro che s'intitola Cristo alla festa ili Purim.

In queste Scene romane, il Bovio s'occupa del fato dell'im- pero romano e del genio latino. Una concezione, come si vede, alta e forte, rivestita da eletta forma d'arte.

Era nato a Marsiglia nel , ma poco abitualmente viveva nel suo paese d' origine. In Italia, dove si è recato spesso, aveva studiato pittura e innamorato della causa della libertà, aveva seguito Garibaldi! Da molto tempo si era fermato a Parigi , dove svolgeva un' azione attiva, vi- vendo e giudicando d'arte, specialmente drammatica.

Per l'Italia e le nostre glorie aveva un feticismo sincero. La Francia perde un cultore d' arte insigne, l' Italia un devoto amico! Si an- nunzia che sarà contemporaneamente rappresentato in Germania ed in Italia.

L'azione si svolge in un ambiente aristocratico, e tratta appunto del divorzio, la grande questione che ora ci occupa tanto. La traduzione in italiano, come oramai è di consuetudine, il Sudermann 1' ha affidata al nostro Gerolamo Enrico Nani. Coi tempi che corrono, a dire il vero. L'Italia tara il suo debutto, che sarà quello inaugurale, con V Alleluia di Marco Pra — Come le foglie di Griacosa, tradotta in tedesco, è stata rappresentata con vittoria completa a Stoccarda.

L'opera non dovrà comprendere alcun cambiamento di scenario e potrà appartenere come sog- getto a qualsiasi genere, niuno escluso, e come musica a qualunque scuola, tanto italiana quanto straniera. Sarà titolo speciale anche l'eccellenza del libretto, come soletto e co- me forma. Le partiture dovranno essere presentate allo stabilimento musicale Sonzo- gno entro il 31 gennaio senza il nome dell'autore, ma con un'epigrafe.

I concorrenti presi in considerazione potranno intervenire ad una o a più sedute della Commissione, onde fare udire i loro lavori. E aperto il concorso a due gradi per un monumento a Giu- seppe Verdi in Trieste. Il monumento potrà consistere in una statua da collocarsi innanzi all'arco centrale del portico del Teatro Comunale G. Verdi, oppure in un basso od alto rilievo da adattarsi al portico od alla facciata dell' edificio. La spesa del monumento non dovrà sorpassare la somma di Co- rone 20, Il concorso di primo grado si chiuderà alle ore pom.

I quattro concorrenti prescelti svolgeranno in un bozzetto plastico il concetto primo nel rapporto di 1: A ciascuno degli au'ori spetta un compenso di Co- rone I concorrenti potranno ritirare dal Comitato la planimetria della Razza G.

Per il Comitato Presidente: Giuseppe de Burgstaller-Bidischini, Segretario: Sarà diretto da Luigi Be- vacqua-Lombardo. Le condizioni del concorso sono enunciate nel fascicolo V del Voi. VII in data 15 dicembre Il premio assegnato è di L. L' egregio amico avvocato Antonio Chietti con l' inaugurazione del se- condo anno di vita di questa Rivista, cioè da oggi, cessa dalle funzioni di direttore amministrativo di essa, restandone sempre azionista.

Gli succederà Gaspare di Martino, che da oggi stesso assumerà 1' ufficio di direttore ar- tistico-amministrativo della Rivista. Nella seconda pagina della Copertina abbiamo abolito 1' elenco dei soci collaboratori. Xe diamo la ragione. Gli scrittori di fama assodata, che hanno onorato e onoreranno la Rivista della loro collaborazione , non hanno bi- io di quella lista di pubblicità, perché il loro nome sia ricordato dai lettori. I giovani che amano di farsi ricordare ai nostri lettori ; possono farlo , inviando con esattezza j loro scritti, nei quali possono trovare la via migliore per la conquista della notorietà.

E le scrivo non per raccontare anco una volta gli aneddoti famosi ond' è piena la storia fulgida dell'attrice che fu adorata da poeti, da eroi , da principi, da re e da regine, non per affaticarmi e invano a intuire 1' arte mera- vigliosa il cui godimento sovrano il destino ha negato alla mia gene- razione, non per fantasticare anco una volta intorno al tormento di non poter rintracciare nemmeno negli scritti di lei gli elementi pla- stici , fonici , estetici , umani che composero lo splendore prodigioso dell' artista invitta; ma scrivo soltanto per formulare un voto che è ; lo spero , il voto di tutti coloro che in Italia vivono della vita del teatro di prosa.

Questo voto è che il grande avvenimento, il quale riunisce per una sera nel medesimo pensiero d'omaggio e d'orgoglio i pubblici più lon- tani e più diversi, gli attori e le attrici d'ogni valore, d'ogni scuola, d'ogni dimensione morale, tutti animati da un soffio singolare d'ita- lianità purissima , lasci nell'aria qualche cosa di veramente amicale, qualche seme fecondo, qualche riverbero di luce rosea, inspiratrice di bontà, d'indulgenza, d' amicizia e di fiducia.

Anche in paesi il cui terreno artistico è molto meno fertile del nostro, anche in paesi che non hanno la ricchezza della tradizione che ha la Francia o quella del progresso che ha la Germania o quella dei filoni non ancora sfruttati che ha la Russia, il teatro di prosa e annesso alla dignità della nazione.

Si proclamano grandi degli attori e delle attrici mediocri. Si creano divinità per mol- tiplicare gli altari. S 1 inventano autori. Si contempla con meraviglia chiunque arrivi alla ribalta e si presenti al giudizio del pubblico. E i governi si commuovono. Le Corti , il più delle volte, cavano quattrini. Per conto mio, non desidero d'incomodare né Corti, né Ministri. E nemmeno credo che la medaglia ministeriale apposta coniata per Adelaide Ristori sia un indizio del futuro commovimento delle alte sfere ufficiali per tutto quanto concerne il teatro di prosa in Italia.

La gloriosa Signora, indicandomi a lui disse: Senza aver l'intenzione d'intervistare l'eletta donna, naturalmente ebbi cura di parlar d'aite con Lei, di provocare suoi giudizi] sii artisti oggi in voga, di udirne la parola autorevole.

L'ascoltarla era un diletto ed io ebbi la for- tuna di poterlo procurare al mio spirito devoto per oltre un' ora! La facile parola della veneranda figlia dell' arte spesso ha suoni severi, mai astiosi, sempre guidati da un amore grande per il teatro, il campo della sua autentica gloria. Questo incidente, nella ricor- renza felice dell'ottantesimo compleanno di Lei, ha voluto essere la macchia nel sole: Adelaide Ristori , quale appare ora, non imbarazza la mente del visitatore tardo a immaginarla, o ricostruirla, o rievocarla nella vita viva dell" arte.

Ella è tutta nelle sue memorie. Voi vi trovate di fronte ad una nobile madre di famiglia, molto amata , molto adorata , che vi parla volentieri della sua casa, dei suoi figli. Ma come si fa a visitare Adelaide Ristori senza parlare di Lei? Come si fa ad essere giornalista e non sentire il bisogno di met- tere il pubblico dei propri i lettori a parte dell' emozioni, delle impres- sioni, delle sensazioni provate, lungo il percorso estenuante dell'eser- cizio professionali. Eppure, per una volta tanto, attorno alla veneranda donna, questo mondo nuovo di vera e doverosa cortesia, si dovrebbe creare.

Chi la visita non deve avere altro scopo che renderle omaggio ; non deve speculare sulle prerogative della generosa e leale ospitalità. La vecchietta è sorridente, serena, grata. Questa a me sembra la nota saliente delia vita attuale di Adelaide Ristori.

Alla natura ha dovuto un temperamento singo- lare di donna, all' arte un ingegno poderoso, alla vita Ir emozioni le più agitate e le più salde e calme insieme, al carattere una fer- mezza, una droiture, una decisiva resistenza a raggiungere lo scopo prefisso, a conseguire il risultato agognato.

Adelaide Ristori ha voluto, e poiché ha potuto, la sua conquista di gloria non è mancata, e la gloria, nella sua muta opera epuratrice, ne regi- strerà 1' evento che nulla can- cellerà mai, e il nome della no- stra Yegliarda sarà ricordato nei secoli venturi.

È grata perchè è conscia di tutto questo a cui ha tempo di riflettere pei riposi ai quali è ora costretta dalla tarda età. Del resto la Ristori non na detto addio alla vita militante d' attrice che nel Iss, - , giù di l'i. Se questo addio, nella sua ultima Case, si l'osse compiuto in Italia, anch'io potrei ricordare nell'evidenza delle sue interpretazioni sceniche, la gloriosa artista, giacché, dolorosamente anche per me. Ma la Ristori , per la maggior parte, ha svolta la sua azione di capocomico all'estero, in paesi lontani, attraversando lande, deserti, oceani, mari di più co- lori, ferrovie d'ogni genere, dalle preadamitiche alle più progredite, senza tregua, con audacia, con risultato felicissimo per la sua arte e per la sua finanza.

A tre mesi, coni' Ella narra 1 , è apparsa sul palcoscenico di una città di Provincia, in un paniere! La fama del piccolo prodigio era tale che piando, come in allora s' usa- va, hi sera dello spettacolo, un attore della compagnia, invitava il pubblico a recarsi alla recita della sera susseguente, per contare so- pra di un applauso sicuro, e sopra di una più sicura affluenza di spettatori, aggiungeva subito: Come si vede, la nostra attrice ha succhiato. Per circa cent'anni, la sua vita non conosce che la madre patria, l'arte patria, la fami- glia.

I tre amoii grandi dai quali non mai si è distaccata. Anzi è noto come il conte di Cavour sia ricorso spesso a Lei. Quindi, le ispirazióni, le iniziative, si consideravano come non av- venute.

Qualcuno, come la stessa Ristori, crede che a piesto stato di cose abbia concorso efficacemente la Censura, allora più che mai tipica e grottesca nei varii stati italiani. Qui cade acconcio ricordare il nefasto periodo del teatro ita- liano, dal al Sui viag- gio parigino del Biglietti , come una buona stella, vigilava 1' amor patriottico della Ristori.

Infatti le cose furono preparate con molta prudenza e con tatto squisito. Una speranza maggiore di buona riuscita si traeva dalla presenza nella gran capitale di molti esiliati italiani, persone cospicue per cuore, per intelletto, per probità, da Daniele Manin a Montanelli. En étudiant de prèa chacun dea principauz actenrs, il seni possible d' ap- po iter.

Elève de prédilection de la célèbre Carlotta Marchionni, M. Elle n'a paa cru qu'il lui rat permis de se livrer à tona ses caprices, de se faire un jeu de tona ses engagemena ; elle est restée simple, modeste, docile aux bona conseils.

Il foni la voir. Puis comme on pleure sur elle loraque, rendile a la raison, elle courbe la tète, plus douce et plus soumise que jamai8. Le public applaudii au commentane, mais je croie pie le poète pouvait s'en passer et piami mémè M. Il ne faut pas l'oublier, le seni nioyen de taire accepter Myrrha au théatre, c'est qu' elle reste citaste. V anraie vouln voir M. En fait de drames, M. N'y a-t-il pas dans retici produil sur le public par cette grace naive et touchante un avertissemeni doni le tragédienne t'rancaise ferajH bien de pro- ti ter!

In queste righe del Perrens. Infatti, quali studi artistici ella diffonde nel suo libro, ottimo appunto in questa parte analitica? Le analisi della grande artista , ripeto , sono pregevoli e per le vedute originali onde sono guidate e per la semplicità persuasiva con la quale sono esposte. Perchè una figura dell' arte potesse contare sulla completa immolazione di lei alle sue sorti, era necessario che ne conquistasse prima la simpatia. Con tal concetto Ella pe- netra nella mente immaginosa dell'Alfieri, che deve appunto all'ele- vatezza di tanto suo pensiero, se ha reso passibile di scusa, anzi di simpatia, la persona scenica della pietosa figliuola di Ciniro.

Xè ogna ritenere che la Ristori si sia trovata spesso d' accordo con il suo autore, anzi! Bisogna vedere con quanto garbo combatte gli avversi storici dell'infelice Regina di Scozia, e come non tardi nep- pure un secondo, a giudicare indecisi e deboli alcuni punti della gedia schilleriana.

Nella scena finale della tragedia, Ella concilia butta la pietà della sua anima di donna verso il caso della figura artistica che interpreta; in tal modo ne risulta un vivo, vibrante accordo di sofferenza umana da solle vare il magistero dell'arte ad altezza veramente insolita: Già la morte m' incalza, e preziosi Mi son gl'istanti: In sola, io sola, il figlio tuo, pudico E rh erente, osai mirar con occhio Incestuoso.

Ella s'è poscia Da sé stessa punita, e La mia giusta Ira fuggendo, in mar gittossi; ahi troppo Lieve pena al suo merto! Anch'io di ferro Perir deci-i: Già tutto il sento Cercarmi il petto; già nel cor, vicino Al suo palpito estremo, un gelo io sento Non ancor conosciuto. Appena io veggo Attraverso una nube il ciel, lo sposo, Che il mio cospetto oltraggia. Ah si, la morte Alfin mi colse, alfin da queste mura, Tanto per me contaminate, io sgombro 1.

Media le incrudelisce vieppiù la line, mentre Teseo si dispone a stringere al seno Alicia, colei che renderà felice il figliuolo di lui, quell' Ip- polito, che nella Mitologia noi raffiguriamo quale precursore del bi- blico casto Griuseppe!

Nessun punto di contatto. Delle sei interpretazioni, in cui mi sono proposto di ricordare Ade- laide Li-iori. Più che ricordare qui critiche del tempo, ai bestanl i la vittoria riportata in questo arduo cimento dalla magnifica art i-t a. Bouquets , mouchoirs, éventails pleuvaint sur la scène. La salle entièrè , debout, hurlait frénétiquement. Ho cercato, ;i larghi trai ti. Magnifica la persona, mae- stoso 1' incedere. E da questa simpatia, ovunque, nelle terre più lonta- ne, è stata. La ri- forma di.

Modena non 1 " lui trovata ne sorda, né nemica, ma con- vinta già di dovere percorrere altra via. La Ristori è stata una visitatrice instancabile dei migliori musei del nioiitln. Per la piega del manto d' una regina. Ella ricorda sempre di aver avuta piale maestra Carlotta Mar- cinomi, e la sua riverenza verso la memoria di questa vera gloria del teatro italiano, e nobile e commuove!

La sua ferma volontà era quella, oramai, di ogni suo famigliare: La presenza in teatro di uno scrittore molto in voga Nel , ;i Bologna, dà per la prima in Italia, al Brunetti, la Maria Antonietta di Griacometti ; la rappresentazione, per ragioni po- litiche, trova degli ostacoli, e corre il pericolo di precipitare. Gria- cometti ne sarebbe morto! La Ristori impegna uno dei suoi atti di energia, e parla al pubblico e gli dice, eh' Ella ha bisogno d' un giudizio equo e sereno sul lavoro che rappresenta e che e venuto a chiederlo alla colta Bologna, e lo attende senza che sia confuso con -indizi d' altra natura.

I petroniani le fauno un'ovazione e il lavoro -i -al va. Se l'energia, il valore, l'entusiasmo di questa attrice si fossero rivolti anche verso qualche cosa che non fosse stata , per esempio, soltanto la sua gloria personale. Fn la prima volta elic- la vidi sulle scene. Attorno alla curva persona pareva di vedere agi- tar un inondo di persone, alcune con più vive, non più plaudenti la loro gloria autentica contemporanea. L'ultima parola del canto immortale ci tolse al sogno: Quel delirio attestava che il pubblico d' Italia sa ricordare.

Adelaide Ristori che avea var- cato i settantasei anni, usciva dal riposo e dalle sue domestiche abi- tudini per ritornare sulla scena. Avea affrontato i disagi del viaggio, vinto le apprensioni dei famigliari ed era venuta da Roma a Torino indo rinnovato con se l' entusiasmo degli anni giovanili, una forza meravigliosa di volontà, un pensiero di gratitudine a quella terra da cui avrà ricevuto l' invito. Era venuta a Torino , rispondendo al desiderio della Commissione per 1' Esposizione di arte drammatica , che avea pensato di far con- correre in quella ordinata mostra del teatro anche le più gloriose energie passate dell' arte rappresentativa.

Adelaide Ristori, la prima interrogata, non avea voluto mancare: Torino era pur sempre 1' an- tica sede della Compagnia Sarda die avea accolto, accompagnato piena di ammirazione i suoi più eletti saggi d'interpretazione drammatica, T invito ehi' le si faceva di ritornare, sia pure per un breve istante sul palcoscenico di quel teatro che era stato testimone di tante sue superbe creazioni interpretative, di tanti onori a lei dovuti dall' amore e dall'entusiasmo del pubblico, era troppo ricco di fascino perchè Ella vi si potesse sottrarre.

Ella stessa si sentiva commossa, e ammirata del suo pubblico: Ella stessa sembrava vinta da principio da quell'onda di sentimenti che fan tremare il core e le labbra e recitando le terzine dantesche la sua voce pareva a volte affievolirsi per l'emozione. Disse tutta la prima parte del canto come soggiogata da una trepidazione: T orrqe oggi il vate nella tomba: Quando gli amici cari mi davano In spinta, argomentando non so da che, avessi io il baco della commedia ben altrimenti perni- cioso di nello del romanzo , lasciai dire senza mai farne nulla.

Mi ci volle, come nelle maggiori imprese dei delinquenti, mi ci volle un complice. E fu un amico che io piango con lagrima di fratello, dir con me piange tutto il pubblico italiano: Lo lesse alla sua ottima compagna, alla sua famiglinola, e in quel nido di artisti furono lagrime e sorrisi di contentezza.

Allora solo mi scrisse eli-' alla prima occasione d'una mia corsa a Torino andassi a fargli visita per- chè mi aveva preparato un' improvvisata. Mi fu svelato il piccolo arcano: Tutti ali ascoltanti, me compreso ci s'intende, partecipammo alla commozione, ed io non seppi trovare allora nulla di eccessivo nella fattura di quel maestro della scena. Volli leggere i giornali, e la critica mi parve unanime nella ferocia: A Berlino mi si viziava con le parole dolci, era forse bene che Milano, mia seconda patria , mi mandasse un po' d'amaro a correggere la falsa opinione che io, caso mai, mi fossi fatto di me stesso.

In quella infausta occasione Vittorio mi scrisse una lettera pietosa, che è un monumento d' amicizia e di modestia, dolendosi d'avermi trascinato nel suo naufragio; io gli risposi essere mio diletto e mio orgoglio naufragare con lui, mi mandasse il copione p -r vedere con gli occhi miei quanta parte di giustizia avesse la fe- rocia di quel pubblico e della critica.

Avuto il copione intesi subito che il torto era del pubblico. In sostanza, avuto il copione, io me Lo tonni per molti anni senza farne nulla; poi un giorno vi buttai ancora mf occhiata per vederlo più da vicino.

E il nostro lavoro mi parve l'onsi di struttura buona, ma prolisso, il dialogo disuguale. Vittorio Bersezio aveva voluto rispot- tare le frasi del mio racconto quanto aveva potuto ; oe era accaduta una stonatura perchè, a cercarli apposta, due scrittori i quali ini dia- logo siano agli antipodi meglio di noi due, non e Tacile trovare sotto la cappa del cielo.

Allma coraggiosamente lavorai al dialogo per Tarlo quanto era pos- sibile d'una penna sola, sfrondai tutto il superfluo, cancellai i mo- nologhi lunghi, gli " parte contrarli alla verità, tutto l'ozioso della commedia volli mi cadesse ai piedi senza pietà. Amore Bendato rifatto da me , ha ora il nome di Amor cieco. Protesto che io non mi sogno nemmeno d'aver fatto un capolavoro riducendo il mio romanzo ad una commedia, ma affermo in barba a tutta quanta la critica barbuta e imberbe, che non ho fatto ne più ne meno di quel che fecero i grandi commediografi francesi.

Dumas e Zola i quali sceneggiarono sé stessi. Augier che riduceva in forma di commedia i racconti di Sandeau. La storia che ho premess serve a dimostrare per l'appunto il contrario: Ma ho già detto in quanta stima tengo il pubblico, il quale spesso non sa quello che si vuole, e di una stessa commedia dà giudizi ass - lutamente diversi a Palermo, a Milano, a Firenze, a Torino, e la critica giudica onestamente qualche volta, ma s] ss giudica male.

Taluno non ha forse detto che l'arte mia è sentimentale? Cosi di- cendo quel tale ha messo in un fascio la prima commedia da me data al mondo e i quaranta racconti scritti in 32 anni di vita letteraria. Quel critico debb 1 sere giovanissimo, ed io gli auguro d'in lare per davvero per ap- prendere tante cose ch'egli non si. Tribolata dalla sorte fatta in Italia ai letterati, tribolata dal pubblico il quale applaude quando la critica fischia, dalla critica che applaude se fischia o si annoia mortalmente il pubblico.

Quando sarà la nostra volta d'andar- cene Si ribatterà che non sono io il decrepito , ma solo 1" arte , invec- chiata in me soltanto, rimasta perennemente giovane nei miei colleghi. Ma è discutibile ancora.

Se penso che ieri usava V impres- sionismo, ed è morto, che l'altro ieri era di moda il realismo, ed è sepolto, tutto mi dà a credere che l'aggettivo e il superlativo d'oggi precipiteranno domani nella fossa comune. In seconda quinta finestra che guarda nel giardino; a destra in prima quinta, uscio della camera ili LEONARDO; in seconda quinta consolle con specchiera, ecc. Si qua la tavola una lampada accesa. Leonardo, Ernesta poi Olimpia.

Leonardo con passo leggero fa per entrare nella sua cantera a destra; ma sulla soglia si ferina 'sitante ; vede Ernesta. Appena partiti Leonardo, Ernesta si sveglia. A che ora è rientrato mio marito? Sapevo bene che in lui d'amore non ce n'era più, se ce n'è mai stato: Va a domandar a Bortolo a che ora è rientrato mio marito.

Ernesta passeggia agitata, finché Olimpia rientra. Allora non ha avuto manco il tempo di andare a letto. In' a Bortolo che lo preghi di venir qui da me, subito. Ma allora perche mi ha sposata? Perchè mi ha dotto di volermi bene? Leonardo ed Ernesta Leonardo. Che cosa e' è? Ed ora, parla pure. Ma il fatto è che sono venuto. Ab- biamo bisogno di riposo tutt' e due: Sapete voi a che cosa penso Leonardo?

Penso che non so vedere la ragione per cui voi mi avete sposata. Ernesta, tu stai per dire cosa che offende te e me. Non avevo nulla per attrarre 1" attenzione d' un giovane elegante come eravate voi. Con i vostri occhi miopi e sempre malaticci, mi avete guardato in un modo che pareva volesse dirmi mille cose.

Ma noi, povere fanciulle inesperte, crediamo Quando avete domandato la mia mano, mi pareva di essere sulla soglia del palazzo incantato dove sta la felicità. Qui a Milano avete ripresa la vostra vita da scapolo ; io non fui per voi altro che un impic- cio.

Mentre avevo sognato che il matrimonio fosse la comunione non solo di due esistenze, ma di due anime Io non ti so comprendere, sei una donna incompresa ; tutte le mogli a cui cessa di piacere il marito sono incomprese. Risparmiatemi le vostre ironie ; mi stupisce che un gentiluomo come voi non senta quanto sono oltraggiose. E quando questo succede, la legge stessa suggerisce il rimedio: Del resto lo dici tu che i nostri umori sono incompatibili; da parte mia sono disposto a compatire le tue idee romanzesche, sentimentali: Questa vita mi è intollerabile.

Sia pure 1' ab- bandono, sia pure la solitudine, sia pure la noia, purché mi si diano per quello che sono e per quello che valgono; non so che farmi d'una casa che è una prigione, d'una famiglia che è una parola, d'un trono domestico che è una metafora. Io ho erià il mio modo di vivere, non intendo cambiarlo. S'inchina e parte a destra. Dille che sono occupata Io fare anticamera in casa della cara Ernesta? Olimpia, va a prepararmi il letto.

Come sono contenta di essere venuta! Quella non è la stoffa d'un buon marito Egli ha capito che con me non v' era da far breccia La condotta di tuo marito è indegna. Egli sempre a tutte le feste, e tu trascurata E pensi di tornare in famiglia con noi? Ti ho detto che voglio vivere indi- pendente. Ma sono queste le cose allegre che mi volevi dire? Gapisco la tua emicrania Sai se io sono una chiaccherona Ti piace che non dica nul'a? Io non credo niente. È stata la go- vernante che mi accompagna sempre a farmi notare Il dottor Age- nore mi pare un celibe ostinato, molto lontano dalla grazia di convertirsi al matrimonio.

Che cosa e 1 è? Oh non dico questo! E malato tuo marito? Che cosa ha detto mio marito? Si avanza al proscènio in- vece di portarsi al fondo. Agenore e detti Agen. Che cosà guarda, dottore? Scusi, quella giovine che è di là è una nuova cameriera? No; signore; è la governante di mia cugina che ella ha il pia- cere di conoscere, mi pare additandola Virginia Noi le domandiamo licenza. S'accomodino [salutando Virginia Signorina You can not believe simply how a lot time I had spent for this information!

Hi, I check your new stuff on a regular basis. Your writing style is witty, keep it up! Maintain the excellent job!! Lately selected produce with a patio and in addition park which were gathered at their peak ripening period might the very best health-wise, however infrequently find these sorts of home-grown vegetables at the superstore. These include eggs, milk, peanuts, tree nuts, soy, wheat and seafood, both fish and shellfish.

People are definitely not practical and think a lot before consulting from doctors or experts. You stated that perfectly. This design is steller! You certainly know how to keep a reader entertained. Between your wit and your videos, I was almost moved to start my own blog well, almost I really enjoyed what you had to say, and more than that, how you presented it. Have you ever considered about adding a little bit more than just your articles?

I mean, what you say is fundamental and everything. But imagine if you added some great pictures or videos to give your posts more, "pop"! Your content is excellent but with images and clips, this site could undeniably be one of the greatest in its niche.

You've made some decent points there. I looked on the web for more info about the issue and found most people will go along with your views on this website. This paragraph is really a pleasant one it assists new the web viewers, who are wishing in favor of blogging. Your means of telling everything in this piece of writing is in fact good, every one be able to effortlessly understand it, Thanks a lot.

I think the admin of this web page is really working hard in favor of his web site, as here every data is quality based information. A person essentially help to make significantly articles I would state. This is the very first time I frequented your web page and to this point? I amazed with the analysis you made to create this particular post incredible. Hey there, You've done a fantastic job. I will definitely digg it and personally suggest to my friends. I'm sure they will be benefited from this site.

I understand this is somewhat off-topic however I had to ask. Does operating a well-established website like yours take a massive amount work? I'm brand new to operating a blog however I do write in my journal every day. I'd like to start a blog so I will be able to share my own experience and thoughts online. Please let me know if you have any kind of suggestions or tips for brand new aspiring bloggers.

The institution offers a contact to their reconsideration line, and some may rethink your application. Is your theme custom made or did you download it from somewhere? A theme like yours with a few simple adjustements would really make my blog jump out. Please let me know where you got your theme. Today, I went to the beach with my children.

LoL I know this is totally off topic but I had to tell someone! Hi there, I discovered your site by way of Google while searching for a comparable matter, your website got here up, it appears to be like good.

I have bookmarked it in my google bookmarks. Hello there, simply changed into alert to your weblog via Google, and located that it is truly informative. I am going to watch out for brussels. I'll appreciate for those who continue this in future. A lot of other people will likely be benefited from your writing. Today, I went to the beach front with my children. You are so cool! I don't suppose I've read through anything like that before.

So great to find someone with original thoughts on this issue. This site is one thing that is needed on the web, someone with a little originality! I could have sworn I've been to this blog before but after checking through some of the post I realized it's new to me.

Anyhow, I'm definitely happy I found it and I'll be bookmarking and checking back often! I all the time used to read post in news papers but now as I am a user of net so from now I am using net for content, thanks to web. I simply couldn't leave your web site before suggesting that I actually enjoyed the usual information a person supply to your visitors? Is gonna be again continuously in order to check out new posts. Everything is very open with a really clear explanation of the issues.

It was really informative. Your website is extremely helpful. Many thanks for sharing! Terrific post but I was wanting to know if you could write a litte more on this subject?

I'd be very grateful if you could elaborate a little bit more. Everyone loves what you guys are usually up too. This kind of clever work and coverage! Keep up the amazing works guys I've added you guys to our blogroll.

I blog quite often and I genuinely thank you for your content. This great article has really peaked my interest. I'm going to bookmark your website and keep checking for new details about once a week. I opted in for your RSS feed too. Good way of telling, and pleasant piece of writing to obtain data about my presentation topic, which i am going to deliver in college. Great Article it its really informative and innovative keep us posted with new updates. Do you ever run into any web browser compatibility problems?

A small number of my blog audience have complained about my website not working correctly in Explorer but looks great in Chrome. Do you have any suggestions to help fix this issue? Hi, I think your website might be having browser compatibility issues. When I look at your blog site in Firefox, it looks fine but when opening in Internet Explorer, it has some overlapping. I just wanted to give you a quick heads up! Other then that, very good blog! Hourly updated flash porn 7 naked women videos Watch amazing gangbangs with naughty pornstars and hot amateurs, I hope it doesn?

These bundles offer a great way to give a complete, thoughtful gift to someone who loves video games, but you can also get them for your own use at home. Federal government notifies Arizona, 20 other states of election hacking. Telecoms will remain vibrant —NCC. Fri, 22 Sep Capcom 3 cinematic trailer: Switch to UK edition? The more than 4-minute long video, directed by Joseph Kahn, focused on Swift's reputation and the revamped image she seems to want to convey, as.

For years, customs officers in the Immigration Advisory Program worked with airline employees and foreign security officials to review passenger ticketing data and examined documents in an attempt to detect fraud.

Immigration and Customs Enforcement special agents and State Department counterterrorism officials are also stationed at diplomatic posts to screen visa applicants for ties to terrorism, drug smuggling and human trafficking and to help ensure that ineligible applicants do not receive visas. One of the videos, "Nerf Blasters Edition," is the most popular video of all time for Dude Perfect, with Threatened by President Trump with destruction, North Korea likens the American leader to a yapping canine and worries for his aides.

Public XXX Clips; Dirty Black Porn; To xxx tubes and happy: Hi there very nice website!! I'll bookmark your web site and take the feeds additionally? I'm satisfied to seek out a lot of helpful information right here within the put up, we want develop extra strategies in this regard, thanks for sharing.

The downside to refreshing too frequently is always that Outlook could be inside middle of downloading gets hotter starts to download again. Pay - Pal can be an online money exchanging company that can help ensure that monetary transactions are performed in a secure, safe manner. We are linking to this particularly great post on our site. Keep up the great writing. Everyone loves what you guys are up too.

This kind of clever work and exposure! Keep up the good works guys I've incorporated you guys to our blogroll. I was suggested this blog by my cousin. I'm not sure whether this post is written by him as no one else know such detailed about my problem. My partner and I stumbled over here coming from a different web page and thought I might check things out.

I like what I see so i am just following you. Look forward to looking into your web page again. Do you have any hints for aspiring writers? I'm hoping to start my own website soon but I'm a little lost on everything. Would you suggest starting with a free platform like Wordpress or go for a paid option? There are so many choices out there that I'm completely confused..

I am extremely impressed along with your writing abilities as smartly as with the format on your weblog. Is that this a paid topic or did you modify it yourself? Either way stay up the excellent high quality writing, it's uncommon to see a great blog like this one today.. I think this is among the most significant information for me.

And i am glad reading your article. But wanna remark on few general things, The website style is wonderful, the articles is really nice: I have read so many articles about the blogger lovers except this post is genuinely a nice piece of writing, keep it up.

This blog post could not be written much better! Looking at this article reminds me of my previous roommate! He continually kept talking about this. I most certainly will forward this information to him. Pretty sure he'll have a great read. I'm using the same blog platform as yours and I'm having problems finding one? These links appear in the bottom within your bio when users click on your own username.

Visit the Web page containing the content you wish to agenda for pinning, and then click on the "Pinwoot Bookmarklet" icon with your browser's toolbar.

The same crime may very well be charged since the most serious class of misdemeanor or perhaps the least serious class of felony.

As a person of any organization, you want immediate answers to your questions whenever there can be a problem. Terrific post however I was wondering if you could write a litte more on this subject? The Apple TV is really a device that connects in your television and Internet connection, and allows you to purchase TV shows, movies,.

Many times I will perform something for example month that later turns into a more or less permanent lifestyle change in my opinion. I don't know whether it's just me or if everyone else encountering problems with your blog.

It appears as if some of the written text in your posts are running off the screen. Can somebody else please provide feedback and let me know if this is happening to them as well? This might be a issue with my internet browser because I've had this happen previously. Hi there mates, its impressive paragraph on the topic of cultureand completely defined, keep it up all the time. Hi to every body, it's my first go to see of this webpage; this website consists of remarkable and really good stuff in favor of visitors.

Hello there, just became aware of your blog through Google, and found that it is really informative. I'm gonna watch out for brussels. I'll appreciate if you continue this in future.

Lots of people will be benefited from your writing. I am genuinely happy to glance at this webpage posts which carries tons of useful data, thanks for providing these data.

Film x francais complet dominatrice lille -

Unquestionably believe that which you said. A lui vien negato l'intuito del teatro, mentre lo si giudica uno amateur sexe fellation nature forte ed un giornalista grande.

You make it entertaining and you still care for to keep it smart. I can not wait to read far more from you. This is really a wonderful site. I think the admin of this website is truly working hard in support of his website, for the reason that here every data is quality based stuff. My partner and I stumbled over here from a different web page and thought I may as well check things out.

I like what I see so now i'm following you. Look forward to looking at your web page repeatedly. Hey I know this is off topic but I was wondering if you knew of any widgets I could add to my blog that automatically tweet my newest twitter updates. I've been looking for a plug-in like this for quite some time and was hoping maybe you would have some experience with something like this. Please let me know if you run into anything. I truly enjoy reading your blog and I look forward to your new updates.

Lucky me I found your web site by chance, and I am stunned why this twist of fate didn't took place earlier! Testosterone is important in the development of bones, as I described earlier, nonetheless it is also vital for the preservation of bone density, especially in the elderly.

Today, I went to the beachfront with my children. I found a sea shell and gave it to my 4 year old daughter and said "You can hear the ocean if you put this to your ear. There was a hermit crab inside and it pinched her ear.

She never wants to go back! LoL I know this is entirely off topic but I had to tell someone! It's an amazing piece of writing designed for all the internet people; they will take benefit from it I am sure.

I for all time emailed this blog post page to all my contacts, since if like to read it afterward my links will too. Exceptionally individual pleasant site. Enormous information available on couple of clicks on. My brother suggested I might like this web site. He was once entirely right.

This put up actually made my day. You can not believe simply how a lot time I had spent for this information! Hi, I check your new stuff on a regular basis. Your writing style is witty, keep it up! Maintain the excellent job!! Lately selected produce with a patio and in addition park which were gathered at their peak ripening period might the very best health-wise, however infrequently find these sorts of home-grown vegetables at the superstore. These include eggs, milk, peanuts, tree nuts, soy, wheat and seafood, both fish and shellfish.

People are definitely not practical and think a lot before consulting from doctors or experts. You stated that perfectly. This design is steller! You certainly know how to keep a reader entertained. Between your wit and your videos, I was almost moved to start my own blog well, almost I really enjoyed what you had to say, and more than that, how you presented it. Have you ever considered about adding a little bit more than just your articles?

I mean, what you say is fundamental and everything. But imagine if you added some great pictures or videos to give your posts more, "pop"! Your content is excellent but with images and clips, this site could undeniably be one of the greatest in its niche. You've made some decent points there. I looked on the web for more info about the issue and found most people will go along with your views on this website.

This paragraph is really a pleasant one it assists new the web viewers, who are wishing in favor of blogging. Your means of telling everything in this piece of writing is in fact good, every one be able to effortlessly understand it, Thanks a lot.

I think the admin of this web page is really working hard in favor of his web site, as here every data is quality based information. A person essentially help to make significantly articles I would state.

This is the very first time I frequented your web page and to this point? I amazed with the analysis you made to create this particular post incredible. Hey there, You've done a fantastic job. I will definitely digg it and personally suggest to my friends. I'm sure they will be benefited from this site. I understand this is somewhat off-topic however I had to ask. Does operating a well-established website like yours take a massive amount work?

I'm brand new to operating a blog however I do write in my journal every day. I'd like to start a blog so I will be able to share my own experience and thoughts online.

Please let me know if you have any kind of suggestions or tips for brand new aspiring bloggers. The institution offers a contact to their reconsideration line, and some may rethink your application.

Is your theme custom made or did you download it from somewhere? A theme like yours with a few simple adjustements would really make my blog jump out. Please let me know where you got your theme. Today, I went to the beach with my children. LoL I know this is totally off topic but I had to tell someone! Hi there, I discovered your site by way of Google while searching for a comparable matter, your website got here up, it appears to be like good.

I have bookmarked it in my google bookmarks. Hello there, simply changed into alert to your weblog via Google, and located that it is truly informative. I am going to watch out for brussels. I'll appreciate for those who continue this in future. A lot of other people will likely be benefited from your writing.

Today, I went to the beach front with my children. You are so cool! I don't suppose I've read through anything like that before. So great to find someone with original thoughts on this issue. This site is one thing that is needed on the web, someone with a little originality! I could have sworn I've been to this blog before but after checking through some of the post I realized it's new to me. Anyhow, I'm definitely happy I found it and I'll be bookmarking and checking back often!

I all the time used to read post in news papers but now as I am a user of net so from now I am using net for content, thanks to web. I simply couldn't leave your web site before suggesting that I actually enjoyed the usual information a person supply to your visitors? Is gonna be again continuously in order to check out new posts.

Everything is very open with a really clear explanation of the issues. It was really informative. Your website is extremely helpful. Many thanks for sharing! Terrific post but I was wanting to know if you could write a litte more on this subject?

I'd be very grateful if you could elaborate a little bit more. Everyone loves what you guys are usually up too. This kind of clever work and coverage! Keep up the amazing works guys I've added you guys to our blogroll. I blog quite often and I genuinely thank you for your content.

This great article has really peaked my interest. I'm going to bookmark your website and keep checking for new details about once a week. I opted in for your RSS feed too. Good way of telling, and pleasant piece of writing to obtain data about my presentation topic, which i am going to deliver in college.

Great Article it its really informative and innovative keep us posted with new updates. Do you ever run into any web browser compatibility problems? A small number of my blog audience have complained about my website not working correctly in Explorer but looks great in Chrome.

Do you have any suggestions to help fix this issue? Hi, I think your website might be having browser compatibility issues. When I look at your blog site in Firefox, it looks fine but when opening in Internet Explorer, it has some overlapping.

I just wanted to give you a quick heads up! Other then that, very good blog! Hourly updated flash porn 7 naked women videos Watch amazing gangbangs with naughty pornstars and hot amateurs, I hope it doesn?

These bundles offer a great way to give a complete, thoughtful gift to someone who loves video games, but you can also get them for your own use at home. Federal government notifies Arizona, 20 other states of election hacking.

Telecoms will remain vibrant —NCC. Fri, 22 Sep Capcom 3 cinematic trailer: Switch to UK edition? The more than 4-minute long video, directed by Joseph Kahn, focused on Swift's reputation and the revamped image she seems to want to convey, as. For years, customs officers in the Immigration Advisory Program worked with airline employees and foreign security officials to review passenger ticketing data and examined documents in an attempt to detect fraud.

Immigration and Customs Enforcement special agents and State Department counterterrorism officials are also stationed at diplomatic posts to screen visa applicants for ties to terrorism, drug smuggling and human trafficking and to help ensure that ineligible applicants do not receive visas. One of the videos, "Nerf Blasters Edition," is the most popular video of all time for Dude Perfect, with Threatened by President Trump with destruction, North Korea likens the American leader to a yapping canine and worries for his aides.

Public XXX Clips; Dirty Black Porn; To xxx tubes and happy: Hi there very nice website!! I'll bookmark your web site and take the feeds additionally? I'm satisfied to seek out a lot of helpful information right here within the put up, we want develop extra strategies in this regard, thanks for sharing. The downside to refreshing too frequently is always that Outlook could be inside middle of downloading gets hotter starts to download again.

Pay - Pal can be an online money exchanging company that can help ensure that monetary transactions are performed in a secure, safe manner. We are linking to this particularly great post on our site. Keep up the great writing. Everyone loves what you guys are up too. This kind of clever work and exposure! Keep up the good works guys I've incorporated you guys to our blogroll. I was suggested this blog by my cousin.

I'm not sure whether this post is written by him as no one else know such detailed about my problem. My partner and I stumbled over here coming from a different web page and thought I might check things out.

I like what I see so i am just following you. Look forward to looking into your web page again. Do you have any hints for aspiring writers? I'm hoping to start my own website soon but I'm a little lost on everything. Would you suggest starting with a free platform like Wordpress or go for a paid option? There are so many choices out there that I'm completely confused.. I am extremely impressed along with your writing abilities as smartly as with the format on your weblog. Is that this a paid topic or did you modify it yourself?

Either way stay up the excellent high quality writing, it's uncommon to see a great blog like this one today.. I think this is among the most significant information for me. And i am glad reading your article. But wanna remark on few general things, The website style is wonderful, the articles is really nice: In Italia, invece, dove, a prescindere dalla educazione e dalle tra- dizioni storiche, il modo di pensare e di sentire di una regione è agli antipodi con quello delle altre, accade questo: Che pretendono i critici ed il pubblico?

Qual' è la via che gli uni e l'altro additano loro? Ecco dei punti in- terrogativi che attenderanno invano una risposta, tanto più se si con- ra che non sempre la insperata fortuna di un consenso unanime di pubblici sia indizio del valore artistico di una commedia.

Stabilita la premessa , il resto non è che illazione , conseguenza. Anzi, più nobili e forti sono codeste energie , maggiore ostacolo in- contrano ad esplicarsi in mezzo alla indifferenza universale. Mancando il compenso morale, il ricambio, manca conseguentemente il compenso materiale, economico, il quale presuppone la richiesta del la- voro.

Or quanta parte, voi chiederete, in questo stato di cose ha il fattore economico? E, per specificar meglio la domanda e metterla in l'ap- porto all'argomento: Non e questo il momento che io risponda ad obbiezioni di tanta importanza.

Per ora poiché temo d'aver annoiato i lettori — faccio punto, ma concludo che i ripetuti, bene- auguranti successi delle commedie italiane contribuiscono anch' i dal canto loro ad uniformare i disparati gusti estetici del puhhlico, ad affratellarci, almeno, nell'ordine delle idee e dei sentimenti che ema- nano dalle buone opere d'Arte.

Da quel famoso dialogo sul santo andai oltre sino alla condanna di Socrate , e mi fermai per non abbattermi nel Fedone. E il titolo del mio scrittarello è proprio questo: C è in esso qualche alito della vita e della lingua di quei tempi? Qualche carattere, come quello di Melilo e di Santippe, è liberato, almeno in parte, dalla tradizione volgare? Io non sono un artista. Sono un cultore delle cose filo - sofiche ed un ammiratore degli uomini e delle cose grandi.

E a me piace riprodurre queste belle e nobili parole da lui scritte a un amico prima della rappresentazione, perchè, dopo il trionfo del dramma, mi pare acquistilo, per la loro semplicità modesta, un più alto e significante pregio. Il pubblico ha infatti dato il suo giudizio , che non poteva essere più favorevole, dimostrando in tal modo che la sua educazione artistica si va affinando, e come esso, innanzi a lavori i quali richiedono preparazione di cultura, purché resi con senso elevato d'arte, sappia comprendere e ammirare.

L' impresa , cui l' illustre filosofo si è accinto , era tutt' altro che facile. L'erudizione profonda del Bovio e 1' alto pensiero Platonico, che danno ai varii dialoghi come una continua impronta di grandezza, non inceppano, né raffreddano lo svolgimento del- L'azione. Egli ha saputo dar vita teatrale all'opera sua. Eliaci fa subito compren- dere di quale potenza sia il fascino che il Filosolo esercita su le anime appassionate capaci di comprenderlo: Ma il credente nel dio ignoto ben presto si presenta egli stesso al pub- blico.

Egli s'incontra con Eutifrone, il quale si avvia al Tribunale per accu- sare suo padre Cherecrate reo di omicidio, come, d'altra parte, Socrate è accusato da Mei ito di non onorare gli Dei e di corrompere la gioventù. E qui, nel dialogo col fanatico Eutifrone, il carattere di Socrate si delinca subito netto e preciso. Finemente mordace, ironico, acutissimo nell'argomen- tazione benché all', apparenza semplice e piana.

E quando poi sopraggiun- gono gli accusatori: Licone avversario implacabile, e Melito dubbioso, peri- tante, angosciato dalla stessa sua incertezza, allora, nella breve disputa sul Santo e nella magistrale difesa, il maestro di Platone ci appare intero e rispondente al tipo storico che di lui ci siamo formato tin dai primi anni di studio.

Ma una scena passionale interrompe opportunamente le dispute filosofiche. Santippe che, conforme ai canoni della novissima critica, non è più la que- rula, pettegola moglie, ma la compagna affettuosa e buona, piange, forse troppo modernamente drammatica, circondata dai due figli, su la sorte del marito; tenta di fargli accettare una mina per corrompere i giudici; mostra tutto il suo dolore per l'ingiustizia che colpisce l'amato innocente.

Socrate, turbato da un solo momento di debolezza subito vinta, dà saggio in questo dialogo della forza del suo animo imperturbabile e della serenità classica del suo spirito.

Egli, ossequente alla legge fino al sacrificio, ascolta, a braccia levate, con rispetto, l'accusa del messo del Tribunale, e lo segue per sottoporsi al giu- dizio del popolo. E quando finalmente torna, dopo la condanna a morte , egli attraversa la scena seguito dagli undici, a passo fermo, a fronte alta, impassibile.

Pare il mito della serenità filosofica: Con quel vecchio si spegne la giovinezza dell' Eliade! Eie note del- l'inno di Simonide rivibrano con suono come di corde spezzate. Epilogo drammaticamente hello, rapido, scultorio. Ila reso poi il personaggio di Socrate perfettamente, da artista sommo.

La compagna di Alfredo De Sanctis ci ha dato iersera, al Teatro Nuoro questo dramma storico, che il pubhlico ha accolto col massimo favore. Ch'ine lo accenna una indicazione aggiunta al titolo, esso ha per soggetto la giovinezza di sant' Agostino , meglio ancora, la graduale , prima evolu- zione di lui, dal paganesimo , al cristianesimo puro. La favola , a fonda- mento storico, è lieve , Agostino , uno de' trebbiadori , sodalizio di giovini gaudenti.

L'etèra Maura, sorella a Fabtdlo. La misera, trasportata su la scena, spira l'anima, dopo aver perdonato a Maura e pregato il padre di perdo- nare ad Agostino. E sono tutti questi atti di clemenza, di bontà, di sacri- ficio, di virtù, che, grado grado, vincono lo spirito d'Agostino, già incline alle più alte idealità, e lo traggono verso il cristianesimo.

Il dramma , come accade soventi dei lavori storici , manca alquanto di teatralità ; ma ripaga una tale mancanza con notevolissimi pregi di con- cetto, di sentimento, di forma. La evoluzione etica del futuro vescovo di Ippona è seguita con logica gradazione persuasiva ; appare naturale ed evi- dente che, data la congenita indole sua, egli, di fronte ai fatti, che gli si - 'ito sotto gli occhi, debba finire per convertirsi alla novella fede.

Qualcuno ha voluto notare che Agostino di Tagaste; non noi , a Car- tagine , ma soltanto sette anni dopo, ;i Sfilano, grazie alla influenza di San- t'Ambrogio, si converti, dal paganesimo, al cristianesimo. Bla questa è una meschina sofisticheria riguardante la materialità, non la essenza spirituale del tatto. Un'alta coscienza, siccome quella del futuro vescovo d'Ippona, non poteva trasformarsi, li per li.

Nel bel dramma del Ratti , Agostino , pagano sempre , non chiede già , all'ultimo, il battesimo; non si fa già cristiano, cattolico, ma, scosso pro- fondamente dalle prove di sacrificio e ili misericordia, che gli si svolgono soft' occhi, si sente attratto verso la nuova fede ed esclama: È un buon lavoro, in una parola, che trionferebbe ancor più, se dato da compagnia meglio adeguata a un tal genere.

Non che il De Sanctis. Stasera il dramma si replica. La ricerca inquieta di nuove sensazioni che caratterizza V arte moderna -otto tutte le sue forme, ha suggerito ad un poeta fine ed intellettuale qual è il Tumiati di dar vita ad un genere di spettacolo finora intentato seb- bene non manchino nel teatro esempi parziali di effetti raggiunti con mezzi analoghi.

Invece il Tumiati vuole che, se la musica è interna gli sguardi si concentrino sul dicitore che col gesto e colla fisonomia cerca e trova molte volte, effetti ragguardevoli di espressione, mentre, non senza ragione egli deve avere pensato che nelle conferenze con projezioni alla voce dello spiegatore che echeggia nell'oscurità, rimane generalmente una parte molto secondaria e sacrificata.

Anzi, del melologo del Tumiati, il punto scabroso sta precisamente nel carattere ancora troppo ambiguo di questo unico personaggio: Talora è il narratole, il poeta stesso, che de- ve una scena, un' azione, 1' aspetto di un paesaggio: S'intende che in questi momenti 1' e- spositore non si rassegna ;t questa parte troppo arida, ma si sforza di ren- dere la senzazione, di drammatizzare la descrizione, di evocare l'immagine fisica dell' oggetto, di dare insomma il maggior valore possibile all' opera letteraria ch'egli ha incarico di rivelare all'uditorio.

Altre volte sono personaggi veri e propri che parlano per bocca del di- citore e la parte della musica si limita ad un semplice commento: E sotto questo aspetto bisogna dire che il Tumiati non poteva dare miglior prova di abilità ingegnosa, e non poteva essere meglio secondato dai suoi intelligenti collaboratori. Perfino 1' allestimento scenico, sobrio e severo, con un immenso padiglione a grandi pieghe, di un tono rosso in- dovinatissimo e rischiarato nello sfondo da un vivo riflesso di luci elettriche nascoste, sembrava predisporre il pubblico a qualche cosa di arcano, senza troppo assorbirne 1' attenzione coli' apparato esteriore.

Poeta e musicista poi non potevano meglio intendersi e com- pletarsi a vicenda. Su questo breve canevaccio il Tumiati ha tessuta la sua leggenda.

Dapprima un ritorno dalla caccia e il massacro dei cinghiali svenati nel cortile del castello; poi le bande dei trovatori che contemplano l'apparizione della gentil donna sulla torre dei leoni: La musica del maestro Vittore Veneziani non potrebbe esser più fina e - Hata. È musica di tipo francese, tutta una armonia di sonorità velate ed iridescenti: Una certa parte del successo per debito di giustizia va attribuita anche al dicitore Gualtiero Tumiati che ha il dono inestimabile di una voce na- turalmente musicale, e sa farne uso con sapiente artificio, variando le di- verse intonazioni, forzando a tempo la nota, e sottolineando ogni intenzione del poeta.

Senza dubbio si tratta di un metodo di declamazione tutto spe- ciale, che non va giudicato coi criteri della recitazione ordinaria nei teatri di prosa, dato il genere del melologo , è chiaro che la declamazione per rendersi accetta , deve necessariamente assimilarsi fin quanto è possibile coli' elemento musicale. E per un primo passo è già qualche cosa. Per ' Una tempesta , Auto-difesa: A tale uopo Y autore asse- risce; 1.

Il Butti risponde che la critica falsa le sue intenzioni, che non eran quelle di tentare un'impresa tanto gigantesca qual' è l' intera questione sociale ; egli non ha inteso che rilevare una tendenza tipica del tempo, abbozzandone le apparenze e di- mostrandone gli eccessi; ha voluto mostrare il desiderio di mutamento della società, il quale quando è spinto all'eccesso si esplica in odi contro le istituzioni ed in amore verso gli umili. Questi due sentimenti volle rendere sulla scena , personificando in Adolfo il secondo , nel compagno il primo.

I critici han dato dell'imbecille ad Adolfo, del delinquente al compagno; ma anche di imbecilli è piena la società contemporanea, dice l'autore, perchè dunque lo scrittore non deve occuparsi anche di costoro?

Per l'altro per- sonaggio invece, l'autore asserisce d'aver studiato in libri e processi il tipo anarchico, e da questo studio è uscito il suo personaggio: Le altre figure son trovate sbia- dite e solo abbozzate, mentre, dicono i critici, avrebbe potuto l'autore trarne profitto per ottenere dell'effetto.

L'autore risponde che non era questo il suo fine. L'autore invece , partendo dal suo principio , di voler spiegare la influenza del compagno sulla folla, mostra come esso sia essenziale, neces- sario: In questa sua lettera il Lothar dà molte notizie attorno alla cronaca dei teatri tedeschi e al movimento intellettuale nel teatro del suo paese.

Parla di Ermanno Bahr con riverente simpatia e lo difende da qualche accusa di contraddizione: E si serve, come esempi, della que- stione del divorzio e della vita parlamentare.

A questa appartengono il Nuovo Sansone di Karlweis, rappresentato con successo al teatro popolare tedesco, L'Apostolo di Bahr, dato al Burgtheater di Vienna, e in prepara- zione al teatro Vaile di Roma , dove sarà rappresentato dalla compagnia per la casa di Goldoni, e il Vira la vita!

L' Apostolo ha questa azione: Quest'ultima è certamente quella che meglio risponde all'esigenza di tali lavori , ma il ministro e il suo partito vogliono invece che la Banca Nazionale sia la prescelta. Nel partito del ministro è un giovane, Gohl, amico intimo di famiglia del ministro, ambizioso, un intraprendente che, per rag- giungere la sua mèta, non ha riguardi per nessuno.

Costui vuol diventare presidente; ma il ministro, che non ha molta fiducia nelle sue qualità mo- rali e intellettuali e aborre che uomini di partito si approfittino dello stesso partito per affermarsi, non è disposto ad ascoltarlo. La moglie del ministro un giorno ha necessita di danaro — Dio mio, il ministro ha da pensare a ben altro che alla casa!

La signora non sa la provenienza del danaro; ella è contenta di averlo. Ora, esso viene proprio dalla Banca Nazionale; e poiché il ministro si ritinta categoricamente di soddisfare le aspirazioni del Gold, questi nella seduta della camera provoca uno scandalo, alleluiando che il ministro è stato comprato e che è un ladro; e mentre il tumulto sempre più annienta , egli mostra le ricevute della Banca, firmate dalla moglie del ministro.

L'apostolo precipita; egli, che avea goduto il più alto grado di popolarità, esperimenta poi su sé stesso quanto la fortuna pia volubile. E ambedue rinunziano alla vita politica per ritirarsi in luogo quieto e lontano, per amare gli uomini e insegnare loro l'amore e la bontà. A lui vien negato l'intuito del teatro, mentre lo si giudica uno scrittore forte ed un giornalista grande. Il Lothar quindi si occupa del Karhveis del quale abbozza la vita di scrittore e di artista ; del Dormami e del successo del suo dramma: A traverso questi accenni l'articolista nota l'accentuazione del movimento intellettuale verso l' ideale romantico , e si domanda: Questo sarà per me il momento più interessante nella Storia del loro sviluppo?

Purtroppo, di questo nuovo non fortunato dramma di Hauptmann , ha già parlato ai lettori di questa Rivista G. Ma pensiamo che alla domanda che si fa il Lothar, i due grandi drammaturghi della Ger- mania, specialmente l'Hauptmann, quando che sia, sapranno rispondere sem- ine con. Perchè no V Sono le correnti d'idee immuni da preconcetti? Le compagnie drammatiche italiane daranno , ome già ab- biamo detto altra volta, una recita in tutta Italia, ed anche all' estero, se all'estero, si troveranno, in onore della gloriosa artista, e nello stesso tempo, dall'introito della serata, verseranno un tanto, od anche il tutto, sa vor- ranno e potranno, a vantaggio del fondo dei poveri vecchi artisti che é annesso alla Società di Previdenza.

Festa d'arte e di beneficenza ci. Se non che a Roma è sorto un comitato romano che ha creduto anch' esso di rivolgersi ai ca- pocomici per chiedere a sua volta un tanto per offrire un dono alla Ristori. In dono alla grande, benissimo, ma bisognava rivolgersi ad altri e non danneggiare la prima idea , chiedendo a coloro ai quali si è già chiesto qualcosa per la Previdenza, un altro tanto per attuare un nuovo disegno. L' atto ha molto addolorato Tommaso Salvini, il quale, sdegnosamente, ha rifiu'ato ogni suo intervento alle feste di Roma, curando solo quelle eh' egli intende promuo- vere in Firenze , e che riusciranno degne del più grande maestro d' arte drammatica vivente.

Non uno, ma cento comitati si potevano creare, a patto che le nuove proposte non avessero danneggiate le prime. Certo la prima idea trionferà, ma era desiderabile che il nome venerato della Ristori non si fosse ripetuto in incidenti poco piacevoli, anzi dolorosi.

La festa doveva unicamente appartenere all' arte drammatica, tale doveva essere il suo ca- rattere , e sarebbe riuscita degna d" Italia. Ma no , occorreva introdurci il mondo ufficiale per perpetuare nelle feste dell'arte libera e grande, il pro- tezionismo di etichetta delle consorterie del nostro tempo. Non è possibile nulla in questo nostro bel Regno senza fragorose carnascialate.

Speriamo che il buon senso trionfi, e che la solennità della festa ristoriana tragga la sua forza, il suo splendore, soltanto dalla semplicità onde sarà per svolgersi.

La dote e stata negata. Naturalmente, i fautori della dote hanno pittato l'allarme e hanno detto cose terribili. Ad esempio , hanno gridato che una brutta ora volge sul nostro mondo! Che cos'è, siamo giunti al tempo delle vacche magre V Andiamo, via, non esageriamo e sopratutto non ci facciamo abbandonare dalla ragione. L'arte rimane al disopra dei referendum, dei municipii, delle imprese teatrali e di qualunque altro fattore terreno! Tutti, in buona o in mala fede, par- lano in nome dell'arte, ma quanti provano di sacrificare qualche cosa del proprio a quest'Arte?

Anche quello artistico è un lavoro che va compen- sato, e chi lo neg. Ma bisogna provvedere a regolale in generale la misura del compenso; bisogna provvedere, quando si vuole una dote, a preparare ai meno abbienti, il modo di entrare nel teatro' dotato, pagando poco, e godendo la loro parte di arte, che sulla massa dell'assegno, è venuto a pa- gare per essi il Comune.

Invece che cosa accade? Dote , prezzi altissimi servono per rendere possibile un complesso ingordo di speculazioni: Agli umili che si riserva in questa cosiddetta questione arti- stica? Il beneficio che viene loro dal movimento del piccolo commercio, che inevitabilmente si crea attorno ad un grande teatro , durante la sua gestione? E poco ed è in contraddizione delle idee artistiche dei fautori delle doti. Ah, quale ilarità destano queste concioni tut- t'altro che altruistiche e sennate!

Lascia sedici o diciassette opere teatrali e parec- chi figli poverissimi! Lo Scarani era una persona assai mite, assai gentile, un lavoratore senza tregua , ma poco fortunato! Aveva alunni già dive- nuti maestri, che 1' adoravano, perchè potevano con coscienza dire di poter benedire all'insegnamento di lui, sereno, esperto, acuto, vigile, amorevole. Povero Scarani, povero e caro e coltissimo uomo! La notizia della sua morte ha veramente rattristato i pochi che gli erano rimasti devoti amici, ammiratori della nerezza del suo carattere.

Dopo il successo riportato dalle attiche, l'illustre uomo ha voluto rivedere quelle romane, che aveva già scritte circa dieci anni fa.

Con pochi tocchi esse potranno sostenere la prova della rappresentazione teatrale e siamo sicuri che un nuovo successo non potrà mancare.

L' illustre uomo attende ora ad un ponderoso lavoro scientifico: La fenomenologia, di cui diamo oggi un prezioso brano. Gli è cosa gradita, ogni tanto, ricorrere al cielo dell'arte, quasi come a dar ri- poso alla sua mente affaticata, ed a questi riposi il teatro deve, tra gli altri lavori dell'illustre filosofo, quel vero capolavoro che s'intitola Cristo alla festa ili Purim. In queste Scene romane, il Bovio s'occupa del fato dell'im- pero romano e del genio latino.

Una concezione, come si vede, alta e forte, rivestita da eletta forma d'arte. Era nato a Marsiglia nel , ma poco abitualmente viveva nel suo paese d' origine. In Italia, dove si è recato spesso, aveva studiato pittura e innamorato della causa della libertà, aveva seguito Garibaldi! Da molto tempo si era fermato a Parigi , dove svolgeva un' azione attiva, vi- vendo e giudicando d'arte, specialmente drammatica.

Per l'Italia e le nostre glorie aveva un feticismo sincero. La Francia perde un cultore d' arte insigne, l' Italia un devoto amico! Si an- nunzia che sarà contemporaneamente rappresentato in Germania ed in Italia. L'azione si svolge in un ambiente aristocratico, e tratta appunto del divorzio, la grande questione che ora ci occupa tanto.

La traduzione in italiano, come oramai è di consuetudine, il Sudermann 1' ha affidata al nostro Gerolamo Enrico Nani. Coi tempi che corrono, a dire il vero. L'Italia tara il suo debutto, che sarà quello inaugurale, con V Alleluia di Marco Pra — Come le foglie di Griacosa, tradotta in tedesco, è stata rappresentata con vittoria completa a Stoccarda.

L'opera non dovrà comprendere alcun cambiamento di scenario e potrà appartenere come sog- getto a qualsiasi genere, niuno escluso, e come musica a qualunque scuola, tanto italiana quanto straniera. Sarà titolo speciale anche l'eccellenza del libretto, come soletto e co- me forma.

Le partiture dovranno essere presentate allo stabilimento musicale Sonzo- gno entro il 31 gennaio senza il nome dell'autore, ma con un'epigrafe. I concorrenti presi in considerazione potranno intervenire ad una o a più sedute della Commissione, onde fare udire i loro lavori.

E aperto il concorso a due gradi per un monumento a Giu- seppe Verdi in Trieste. Il monumento potrà consistere in una statua da collocarsi innanzi all'arco centrale del portico del Teatro Comunale G. Verdi, oppure in un basso od alto rilievo da adattarsi al portico od alla facciata dell' edificio. La spesa del monumento non dovrà sorpassare la somma di Co- rone 20, Il concorso di primo grado si chiuderà alle ore pom.

I quattro concorrenti prescelti svolgeranno in un bozzetto plastico il concetto primo nel rapporto di 1: A ciascuno degli au'ori spetta un compenso di Co- rone I concorrenti potranno ritirare dal Comitato la planimetria della Razza G.

Per il Comitato Presidente: Giuseppe de Burgstaller-Bidischini, Segretario: Sarà diretto da Luigi Be- vacqua-Lombardo. Le condizioni del concorso sono enunciate nel fascicolo V del Voi. VII in data 15 dicembre Il premio assegnato è di L.

L' egregio amico avvocato Antonio Chietti con l' inaugurazione del se- condo anno di vita di questa Rivista, cioè da oggi, cessa dalle funzioni di direttore amministrativo di essa, restandone sempre azionista. Gli succederà Gaspare di Martino, che da oggi stesso assumerà 1' ufficio di direttore ar- tistico-amministrativo della Rivista.

Nella seconda pagina della Copertina abbiamo abolito 1' elenco dei soci collaboratori. Xe diamo la ragione. Gli scrittori di fama assodata, che hanno onorato e onoreranno la Rivista della loro collaborazione , non hanno bi- io di quella lista di pubblicità, perché il loro nome sia ricordato dai lettori.

I giovani che amano di farsi ricordare ai nostri lettori ; possono farlo , inviando con esattezza j loro scritti, nei quali possono trovare la via migliore per la conquista della notorietà. E le scrivo non per raccontare anco una volta gli aneddoti famosi ond' è piena la storia fulgida dell'attrice che fu adorata da poeti, da eroi , da principi, da re e da regine, non per affaticarmi e invano a intuire 1' arte mera- vigliosa il cui godimento sovrano il destino ha negato alla mia gene- razione, non per fantasticare anco una volta intorno al tormento di non poter rintracciare nemmeno negli scritti di lei gli elementi pla- stici , fonici , estetici , umani che composero lo splendore prodigioso dell' artista invitta; ma scrivo soltanto per formulare un voto che è ; lo spero , il voto di tutti coloro che in Italia vivono della vita del teatro di prosa.

Questo voto è che il grande avvenimento, il quale riunisce per una sera nel medesimo pensiero d'omaggio e d'orgoglio i pubblici più lon- tani e più diversi, gli attori e le attrici d'ogni valore, d'ogni scuola, d'ogni dimensione morale, tutti animati da un soffio singolare d'ita- lianità purissima , lasci nell'aria qualche cosa di veramente amicale, qualche seme fecondo, qualche riverbero di luce rosea, inspiratrice di bontà, d'indulgenza, d' amicizia e di fiducia.

Anche in paesi il cui terreno artistico è molto meno fertile del nostro, anche in paesi che non hanno la ricchezza della tradizione che ha la Francia o quella del progresso che ha la Germania o quella dei filoni non ancora sfruttati che ha la Russia, il teatro di prosa e annesso alla dignità della nazione. Si proclamano grandi degli attori e delle attrici mediocri. Si creano divinità per mol- tiplicare gli altari. S 1 inventano autori. Si contempla con meraviglia chiunque arrivi alla ribalta e si presenti al giudizio del pubblico.

E i governi si commuovono. Le Corti , il più delle volte, cavano quattrini. Per conto mio, non desidero d'incomodare né Corti, né Ministri. E nemmeno credo che la medaglia ministeriale apposta coniata per Adelaide Ristori sia un indizio del futuro commovimento delle alte sfere ufficiali per tutto quanto concerne il teatro di prosa in Italia. La gloriosa Signora, indicandomi a lui disse: Senza aver l'intenzione d'intervistare l'eletta donna, naturalmente ebbi cura di parlar d'aite con Lei, di provocare suoi giudizi] sii artisti oggi in voga, di udirne la parola autorevole.

L'ascoltarla era un diletto ed io ebbi la for- tuna di poterlo procurare al mio spirito devoto per oltre un' ora! La facile parola della veneranda figlia dell' arte spesso ha suoni severi, mai astiosi, sempre guidati da un amore grande per il teatro, il campo della sua autentica gloria.

Questo incidente, nella ricor- renza felice dell'ottantesimo compleanno di Lei, ha voluto essere la macchia nel sole: Adelaide Ristori , quale appare ora, non imbarazza la mente del visitatore tardo a immaginarla, o ricostruirla, o rievocarla nella vita viva dell" arte.

Ella è tutta nelle sue memorie. Voi vi trovate di fronte ad una nobile madre di famiglia, molto amata , molto adorata , che vi parla volentieri della sua casa, dei suoi figli. Ma come si fa a visitare Adelaide Ristori senza parlare di Lei? Come si fa ad essere giornalista e non sentire il bisogno di met- tere il pubblico dei propri i lettori a parte dell' emozioni, delle impres- sioni, delle sensazioni provate, lungo il percorso estenuante dell'eser- cizio professionali.

Eppure, per una volta tanto, attorno alla veneranda donna, questo mondo nuovo di vera e doverosa cortesia, si dovrebbe creare. Chi la visita non deve avere altro scopo che renderle omaggio ; non deve speculare sulle prerogative della generosa e leale ospitalità. La vecchietta è sorridente, serena, grata.

Questa a me sembra la nota saliente delia vita attuale di Adelaide Ristori. Alla natura ha dovuto un temperamento singo- lare di donna, all' arte un ingegno poderoso, alla vita Ir emozioni le più agitate e le più salde e calme insieme, al carattere una fer- mezza, una droiture, una decisiva resistenza a raggiungere lo scopo prefisso, a conseguire il risultato agognato. Adelaide Ristori ha voluto, e poiché ha potuto, la sua conquista di gloria non è mancata, e la gloria, nella sua muta opera epuratrice, ne regi- strerà 1' evento che nulla can- cellerà mai, e il nome della no- stra Yegliarda sarà ricordato nei secoli venturi.

È grata perchè è conscia di tutto questo a cui ha tempo di riflettere pei riposi ai quali è ora costretta dalla tarda età. Del resto la Ristori non na detto addio alla vita militante d' attrice che nel Iss, - , giù di l'i. Se questo addio, nella sua ultima Case, si l'osse compiuto in Italia, anch'io potrei ricordare nell'evidenza delle sue interpretazioni sceniche, la gloriosa artista, giacché, dolorosamente anche per me. Ma la Ristori , per la maggior parte, ha svolta la sua azione di capocomico all'estero, in paesi lontani, attraversando lande, deserti, oceani, mari di più co- lori, ferrovie d'ogni genere, dalle preadamitiche alle più progredite, senza tregua, con audacia, con risultato felicissimo per la sua arte e per la sua finanza.

A tre mesi, coni' Ella narra 1 , è apparsa sul palcoscenico di una città di Provincia, in un paniere! La fama del piccolo prodigio era tale che piando, come in allora s' usa- va, hi sera dello spettacolo, un attore della compagnia, invitava il pubblico a recarsi alla recita della sera susseguente, per contare so- pra di un applauso sicuro, e sopra di una più sicura affluenza di spettatori, aggiungeva subito: Come si vede, la nostra attrice ha succhiato.

Per circa cent'anni, la sua vita non conosce che la madre patria, l'arte patria, la fami- glia. I tre amoii grandi dai quali non mai si è distaccata. Anzi è noto come il conte di Cavour sia ricorso spesso a Lei. Quindi, le ispirazióni, le iniziative, si consideravano come non av- venute. Qualcuno, come la stessa Ristori, crede che a piesto stato di cose abbia concorso efficacemente la Censura, allora più che mai tipica e grottesca nei varii stati italiani.

Qui cade acconcio ricordare il nefasto periodo del teatro ita- liano, dal al Sui viag- gio parigino del Biglietti , come una buona stella, vigilava 1' amor patriottico della Ristori. Infatti le cose furono preparate con molta prudenza e con tatto squisito. Una speranza maggiore di buona riuscita si traeva dalla presenza nella gran capitale di molti esiliati italiani, persone cospicue per cuore, per intelletto, per probità, da Daniele Manin a Montanelli.

En étudiant de prèa chacun dea principauz actenrs, il seni possible d' ap- po iter. Elève de prédilection de la célèbre Carlotta Marchionni, M. Elle n'a paa cru qu'il lui rat permis de se livrer à tona ses caprices, de se faire un jeu de tona ses engagemena ; elle est restée simple, modeste, docile aux bona conseils. Il foni la voir. Puis comme on pleure sur elle loraque, rendile a la raison, elle courbe la tète, plus douce et plus soumise que jamai8.

Le public applaudii au commentane, mais je croie pie le poète pouvait s'en passer et piami mémè M. Il ne faut pas l'oublier, le seni nioyen de taire accepter Myrrha au théatre, c'est qu' elle reste citaste. V anraie vouln voir M.

En fait de drames, M. N'y a-t-il pas dans retici produil sur le public par cette grace naive et touchante un avertissemeni doni le tragédienne t'rancaise ferajH bien de pro- ti ter! In queste righe del Perrens. Infatti, quali studi artistici ella diffonde nel suo libro, ottimo appunto in questa parte analitica? Le analisi della grande artista , ripeto , sono pregevoli e per le vedute originali onde sono guidate e per la semplicità persuasiva con la quale sono esposte.

Perchè una figura dell' arte potesse contare sulla completa immolazione di lei alle sue sorti, era necessario che ne conquistasse prima la simpatia. Con tal concetto Ella pe- netra nella mente immaginosa dell'Alfieri, che deve appunto all'ele- vatezza di tanto suo pensiero, se ha reso passibile di scusa, anzi di simpatia, la persona scenica della pietosa figliuola di Ciniro.

Xè ogna ritenere che la Ristori si sia trovata spesso d' accordo con il suo autore, anzi! Bisogna vedere con quanto garbo combatte gli avversi storici dell'infelice Regina di Scozia, e come non tardi nep- pure un secondo, a giudicare indecisi e deboli alcuni punti della gedia schilleriana. Nella scena finale della tragedia, Ella concilia butta la pietà della sua anima di donna verso il caso della figura artistica che interpreta; in tal modo ne risulta un vivo, vibrante accordo di sofferenza umana da solle vare il magistero dell'arte ad altezza veramente insolita: Già la morte m' incalza, e preziosi Mi son gl'istanti: In sola, io sola, il figlio tuo, pudico E rh erente, osai mirar con occhio Incestuoso.

Ella s'è poscia Da sé stessa punita, e La mia giusta Ira fuggendo, in mar gittossi; ahi troppo Lieve pena al suo merto! Anch'io di ferro Perir deci-i: Già tutto il sento Cercarmi il petto; già nel cor, vicino Al suo palpito estremo, un gelo io sento Non ancor conosciuto.

Appena io veggo Attraverso una nube il ciel, lo sposo, Che il mio cospetto oltraggia. Ah si, la morte Alfin mi colse, alfin da queste mura, Tanto per me contaminate, io sgombro 1. Media le incrudelisce vieppiù la line, mentre Teseo si dispone a stringere al seno Alicia, colei che renderà felice il figliuolo di lui, quell' Ip- polito, che nella Mitologia noi raffiguriamo quale precursore del bi- blico casto Griuseppe! Nessun punto di contatto. Delle sei interpretazioni, in cui mi sono proposto di ricordare Ade- laide Li-iori.

Più che ricordare qui critiche del tempo, ai bestanl i la vittoria riportata in questo arduo cimento dalla magnifica art i-t a. Bouquets , mouchoirs, éventails pleuvaint sur la scène. La salle entièrè , debout, hurlait frénétiquement.

Ho cercato, ;i larghi trai ti. Magnifica la persona, mae- stoso 1' incedere. E da questa simpatia, ovunque, nelle terre più lonta- ne, è stata. La ri- forma di. Modena non 1 " lui trovata ne sorda, né nemica, ma con- vinta già di dovere percorrere altra via. La Ristori è stata una visitatrice instancabile dei migliori musei del nioiitln.

Per la piega del manto d' una regina. Ella ricorda sempre di aver avuta piale maestra Carlotta Mar- cinomi, e la sua riverenza verso la memoria di questa vera gloria del teatro italiano, e nobile e commuove! La sua ferma volontà era quella, oramai, di ogni suo famigliare: La presenza in teatro di uno scrittore molto in voga Nel , ;i Bologna, dà per la prima in Italia, al Brunetti, la Maria Antonietta di Griacometti ; la rappresentazione, per ragioni po- litiche, trova degli ostacoli, e corre il pericolo di precipitare.

Gria- cometti ne sarebbe morto! La Ristori impegna uno dei suoi atti di energia, e parla al pubblico e gli dice, eh' Ella ha bisogno d' un giudizio equo e sereno sul lavoro che rappresenta e che e venuto a chiederlo alla colta Bologna, e lo attende senza che sia confuso con -indizi d' altra natura. I petroniani le fauno un'ovazione e il lavoro -i -al va. Se l'energia, il valore, l'entusiasmo di questa attrice si fossero rivolti anche verso qualche cosa che non fosse stata , per esempio, soltanto la sua gloria personale.

Fn la prima volta elic- la vidi sulle scene. Attorno alla curva persona pareva di vedere agi- tar un inondo di persone, alcune con più vive, non più plaudenti la loro gloria autentica contemporanea. L'ultima parola del canto immortale ci tolse al sogno: Quel delirio attestava che il pubblico d' Italia sa ricordare.

Adelaide Ristori che avea var- cato i settantasei anni, usciva dal riposo e dalle sue domestiche abi- tudini per ritornare sulla scena. Avea affrontato i disagi del viaggio, vinto le apprensioni dei famigliari ed era venuta da Roma a Torino indo rinnovato con se l' entusiasmo degli anni giovanili, una forza meravigliosa di volontà, un pensiero di gratitudine a quella terra da cui avrà ricevuto l' invito. Era venuta a Torino , rispondendo al desiderio della Commissione per 1' Esposizione di arte drammatica , che avea pensato di far con- correre in quella ordinata mostra del teatro anche le più gloriose energie passate dell' arte rappresentativa.

Adelaide Ristori, la prima interrogata, non avea voluto mancare: Torino era pur sempre 1' an- tica sede della Compagnia Sarda die avea accolto, accompagnato piena di ammirazione i suoi più eletti saggi d'interpretazione drammatica, T invito ehi' le si faceva di ritornare, sia pure per un breve istante sul palcoscenico di quel teatro che era stato testimone di tante sue superbe creazioni interpretative, di tanti onori a lei dovuti dall' amore e dall'entusiasmo del pubblico, era troppo ricco di fascino perchè Ella vi si potesse sottrarre.

Ella stessa si sentiva commossa, e ammirata del suo pubblico: Ella stessa sembrava vinta da principio da quell'onda di sentimenti che fan tremare il core e le labbra e recitando le terzine dantesche la sua voce pareva a volte affievolirsi per l'emozione. Disse tutta la prima parte del canto come soggiogata da una trepidazione: T orrqe oggi il vate nella tomba: Quando gli amici cari mi davano In spinta, argomentando non so da che, avessi io il baco della commedia ben altrimenti perni- cioso di nello del romanzo , lasciai dire senza mai farne nulla.

Mi ci volle, come nelle maggiori imprese dei delinquenti, mi ci volle un complice. E fu un amico che io piango con lagrima di fratello, dir con me piange tutto il pubblico italiano: Lo lesse alla sua ottima compagna, alla sua famiglinola, e in quel nido di artisti furono lagrime e sorrisi di contentezza. Allora solo mi scrisse eli-' alla prima occasione d'una mia corsa a Torino andassi a fargli visita per- chè mi aveva preparato un' improvvisata. Mi fu svelato il piccolo arcano: Tutti ali ascoltanti, me compreso ci s'intende, partecipammo alla commozione, ed io non seppi trovare allora nulla di eccessivo nella fattura di quel maestro della scena.

Volli leggere i giornali, e la critica mi parve unanime nella ferocia: A Berlino mi si viziava con le parole dolci, era forse bene che Milano, mia seconda patria , mi mandasse un po' d'amaro a correggere la falsa opinione che io, caso mai, mi fossi fatto di me stesso. In quella infausta occasione Vittorio mi scrisse una lettera pietosa, che è un monumento d' amicizia e di modestia, dolendosi d'avermi trascinato nel suo naufragio; io gli risposi essere mio diletto e mio orgoglio naufragare con lui, mi mandasse il copione p -r vedere con gli occhi miei quanta parte di giustizia avesse la fe- rocia di quel pubblico e della critica.

Avuto il copione intesi subito che il torto era del pubblico. In sostanza, avuto il copione, io me Lo tonni per molti anni senza farne nulla; poi un giorno vi buttai ancora mf occhiata per vederlo più da vicino.

E il nostro lavoro mi parve l'onsi di struttura buona, ma prolisso, il dialogo disuguale. Vittorio Bersezio aveva voluto rispot- tare le frasi del mio racconto quanto aveva potuto ; oe era accaduta una stonatura perchè, a cercarli apposta, due scrittori i quali ini dia- logo siano agli antipodi meglio di noi due, non e Tacile trovare sotto la cappa del cielo. Allma coraggiosamente lavorai al dialogo per Tarlo quanto era pos- sibile d'una penna sola, sfrondai tutto il superfluo, cancellai i mo- nologhi lunghi, gli " parte contrarli alla verità, tutto l'ozioso della commedia volli mi cadesse ai piedi senza pietà.

Amore Bendato rifatto da me , ha ora il nome di Amor cieco. Protesto che io non mi sogno nemmeno d'aver fatto un capolavoro riducendo il mio romanzo ad una commedia, ma affermo in barba a tutta quanta la critica barbuta e imberbe, che non ho fatto ne più ne meno di quel che fecero i grandi commediografi francesi.

Dumas e Zola i quali sceneggiarono sé stessi. Augier che riduceva in forma di commedia i racconti di Sandeau. La storia che ho premess serve a dimostrare per l'appunto il contrario: Ma ho già detto in quanta stima tengo il pubblico, il quale spesso non sa quello che si vuole, e di una stessa commedia dà giudizi ass - lutamente diversi a Palermo, a Milano, a Firenze, a Torino, e la critica giudica onestamente qualche volta, ma s] ss giudica male.

Taluno non ha forse detto che l'arte mia è sentimentale? Cosi di- cendo quel tale ha messo in un fascio la prima commedia da me data al mondo e i quaranta racconti scritti in 32 anni di vita letteraria.

Quel critico debb 1 sere giovanissimo, ed io gli auguro d'in lare per davvero per ap- prendere tante cose ch'egli non si. Tribolata dalla sorte fatta in Italia ai letterati, tribolata dal pubblico il quale applaude quando la critica fischia, dalla critica che applaude se fischia o si annoia mortalmente il pubblico. Quando sarà la nostra volta d'andar- cene Si ribatterà che non sono io il decrepito , ma solo 1" arte , invec- chiata in me soltanto, rimasta perennemente giovane nei miei colleghi.

Ma è discutibile ancora. Se penso che ieri usava V impres- sionismo, ed è morto, che l'altro ieri era di moda il realismo, ed è sepolto, tutto mi dà a credere che l'aggettivo e il superlativo d'oggi precipiteranno domani nella fossa comune. In seconda quinta finestra che guarda nel giardino; a destra in prima quinta, uscio della camera ili LEONARDO; in seconda quinta consolle con specchiera, ecc.

Si qua la tavola una lampada accesa. Leonardo, Ernesta poi Olimpia. Leonardo con passo leggero fa per entrare nella sua cantera a destra; ma sulla soglia si ferina 'sitante ; vede Ernesta. Appena partiti Leonardo, Ernesta si sveglia. A che ora è rientrato mio marito?

Sapevo bene che in lui d'amore non ce n'era più, se ce n'è mai stato: Va a domandar a Bortolo a che ora è rientrato mio marito. Ernesta passeggia agitata, finché Olimpia rientra. Allora non ha avuto manco il tempo di andare a letto. In' a Bortolo che lo preghi di venir qui da me, subito. Ma allora perche mi ha sposata? Perchè mi ha dotto di volermi bene?

Leonardo ed Ernesta Leonardo. Che cosa e' è? Ed ora, parla pure. Ma il fatto è che sono venuto. Ab- biamo bisogno di riposo tutt' e due: Sapete voi a che cosa penso Leonardo?

Penso che non so vedere la ragione per cui voi mi avete sposata. Ernesta, tu stai per dire cosa che offende te e me. Non avevo nulla per attrarre 1" attenzione d' un giovane elegante come eravate voi. Con i vostri occhi miopi e sempre malaticci, mi avete guardato in un modo che pareva volesse dirmi mille cose.

Ma noi, povere fanciulle inesperte, crediamo Quando avete domandato la mia mano, mi pareva di essere sulla soglia del palazzo incantato dove sta la felicità. Qui a Milano avete ripresa la vostra vita da scapolo ; io non fui per voi altro che un impic- cio.

Mentre avevo sognato che il matrimonio fosse la comunione non solo di due esistenze, ma di due anime Io non ti so comprendere, sei una donna incompresa ; tutte le mogli a cui cessa di piacere il marito sono incomprese.

Risparmiatemi le vostre ironie ; mi stupisce che un gentiluomo come voi non senta quanto sono oltraggiose. E quando questo succede, la legge stessa suggerisce il rimedio: Del resto lo dici tu che i nostri umori sono incompatibili; da parte mia sono disposto a compatire le tue idee romanzesche, sentimentali: Questa vita mi è intollerabile.

Sia pure 1' ab- bandono, sia pure la solitudine, sia pure la noia, purché mi si diano per quello che sono e per quello che valgono; non so che farmi d'una casa che è una prigione, d'una famiglia che è una parola, d'un trono domestico che è una metafora. Io ho erià il mio modo di vivere, non intendo cambiarlo. S'inchina e parte a destra. Dille che sono occupata Io fare anticamera in casa della cara Ernesta? Olimpia, va a prepararmi il letto. Come sono contenta di essere venuta!

Quella non è la stoffa d'un buon marito Egli ha capito che con me non v' era da far breccia La condotta di tuo marito è indegna. Egli sempre a tutte le feste, e tu trascurata E pensi di tornare in famiglia con noi? Ti ho detto che voglio vivere indi- pendente. Ma sono queste le cose allegre che mi volevi dire? Gapisco la tua emicrania Sai se io sono una chiaccherona Ti piace che non dica nul'a?

Io non credo niente. È stata la go- vernante che mi accompagna sempre a farmi notare Il dottor Age- nore mi pare un celibe ostinato, molto lontano dalla grazia di convertirsi al matrimonio. Che cosa e 1 è? Oh non dico questo! E malato tuo marito? Che cosa ha detto mio marito? Si avanza al proscènio in- vece di portarsi al fondo. Agenore e detti Agen. Che cosà guarda, dottore?

Scusi, quella giovine che è di là è una nuova cameriera? No; signore; è la governante di mia cugina che ella ha il pia- cere di conoscere, mi pare additandola Virginia Noi le domandiamo licenza. S'accomodino [salutando Virginia Signorina Agenore, poi Leonardo Agen. Non è malaccio quella creatura La signora Ernesta piut- tosto Ho bisogno di te. Cominciamo dalla salute siedono: Hai un orga- nismo che fa miracoli di resistenza, ma finirà col cedere: Ma tu sei il più intimo amico, l'unico amico So quello che vorresti dire: Ma ti pare che io sia un cattivo ma- rito?

Che cosa faccio a mia moglie? Non ho intrighi, tu lo sai: Piglio moglie credendo di fare un'o- pera meritoria , di assicurarmi la mia porzione di paradiso , e invece n: Tu sai come è andata.

Ma avevo fatto i conti senza [nella testolina bizzarra; figurati! Mi provaia persua- derla: Tempo perduto, fiato sprecato: Peccato, perchè è bellina proprio, e vi sono nella giornata alcune ore che avrei passato volentieri con lei: K la natura - nuina, è il tuo sangue, sono i tuoi nervi Se le parlo io.

Dovresti parlare tu ad Ernesta; combinar tutto tu che sei uomo prudente. Tu vai da mia moglie: Te ne prego come amico; devi farlo anche come mio medico, per risparmiarmi commozioni che mi possono nuocere Io corro perchè sono le undici e mi aspettano al caffo Cova.

Mi porterai la risposta al caffè Agenore e Bortolo, poi Ernesto, in ultimo Olimpia A'. Il signor padrone mi manda a prendere i suoi ordini. Possiede una perla, e la getta sulla strada perchè possa venir raccattata dal primo venuto Va "Ho specchio e si accomoda la et Leonardo è pallido e biondo, io sono bruno Faccio come un attore che deve andare in scena.

La conduci a seden sopra una pol- trona, hi i r'u. Prende una sedi, a due p. Sempre ori- ginale lei! Del resto a che tante parole? Ha mutato d'av- viso? Do- veva venir lui a prendere la mia risposta: Nel prendere una decisione è lei certa di aver esercitato la propria volontà, la propria ragione?

Lei tanto giovane, tanto bella, tanto Parla sempre a nome di mio marito f Agen. Ah, è un peccatuccio il dare a lei un disgusto! Leonardo non ha senso comune! Quel povero Leonardo è malato; non capisce il bello, non sa amare robustamente A lei doveva toccare in sorte un uomo gagliardo, di temperamento sanguigno, un uomo non viziato dal- l'abuso, non istanco dei piaceri, uno che dalle fatiche della vita studiosa sapesse volare È inu- tile; ho consigliato a suo marito i bagni di Spa: B La grande nazione non ha che una sola tem- pera di artista completa, trionfale: Sarah, e Sarah, da molti anni, ha rtato la Maison de Molière.

En effet, pour apprécier la u Comédie. Coquelin, Sarah Bernhardt Poni quittée sans l'entamer. I ' autn plus grands pie ceux-là: La Comédie n'a pas besoin tfétoih. Ce qui constituait sa supériorité, e' était un ensemble incomparable, uno parfaite harmonie dans 1' exécution C étail , enfin, pour l'exécution du grand répertoire, des traditions centenaires qui, hélas, se vont perdant de jour en jour, car dans cette famille artistique, les ainés se donnaient pour tàche de former les cadete. Gela est si vrai que les [acteurs qui la quittaient, en changeant d' ambiance, perdant le ton de la " maison ,.

Tout artiste qui s" en éloignait aspirait à descendre. Croyez-vous que Sarah ait progressé en talent. On y admet toutes les écoles, pourvn, qu'elles soient dignemenl représenlées. De mème qu'au célèbre musée on peut admirer les toiles romantiques de Delacroix auprès des classiques ta- bleanx de David, à la Comédie, les drames échevelés de Victor Hugo alternent avec les pièces de Molière.

Les pièces de Dumas fils, jouées au début sur d'autres scènes, en trou- vèrent vite le chemin. Tout récemment encore, Patrie de Sardou, re- -entée pour la première fois à la Porte Saint Martin, était accueillie en triomphe chez Molière. Et qu'on ne vienne pas endre que la porte était barricadée aux talents nouveaux. Amou- de Porto-Riche y fut jouée. Les pièces de Pailleron appartien- nent, je crois, k la vie moderne. Qu'on en convienne ou non, le mécontentement general a eu pour origine un manque de rigidité dans la Direction.

Claretie est tout sourires. Il ne sait dire: Il avait déjà monte à grands frais des ceuvres de Ricbepin dont la place était ail- leurs, et qui croulèrent sous les protestations du public. Encore, en pareil cas, pouvait-on pour excuse alléguer la beauté du style! Plus tard, le jeune M. Brieux, après s 1 ètre essayé dans une petite pièce donnée chez Antoine. Le reste est connu. Après le Roi t pour combler la mesure, un voulul donner d'un toul jeune bomme, M. Gette fois, public et critique perdi rei il patience.

La Comédie, ce domaine des aigles, n'était pas un terrain réservé aux jeunes passereaux pour y essayer leurs ailes! Ce l'ut une bourrasque. Les auteurs évineés se vengèrenl rn demandant à grands cris la suppression de la subvention accordée au théàtre par l'Etat.

Directeur, acteurs, membres du eomité de leeture se jetèrenl Ics responsabilités à la téte. Qu' ajouter de plus? Le ministre s'est efforcé de rétablir l'ordre el la discipline, tàche malaisée parmides gens aussi pointilleux. J'espère, pour ma pari qu' il y a réussi.

Rappelons-nous le titre d'une comédie de Scribe: Marchetti era l'ultimo dei nostri compositori che da un'o- pera ricevessero ancora, nonostante la diversa orientazione del gusto i progressi del melodramma, decoro ; rispetto e fama.

Quanti dei nastri giovani compositori vedranno, fra trent'anni. Filippo Marchetti non è ricorso ai mezzi terapeutici ora prescritti contro la scarsa vitalità dei melodrammi della giovane scuola: La discendenza allora si mani- festa candidamente. Se le metafore avessero un'attuazione nelle realtà, invece di vivere la vita astratta delle imagini, voi vedreste che il giorno in cui venisse imposto alle famiglie estetiche di raggrupparsi sotto lo stipite comune, don Sallustio, Ruy-Blas, Casilda, la Regina dello spal- liti italiano non andrebbero a schierarsi dal lato di don Alfonso e di Lucrezia Borgia, di Maria Tudor, di Marion De Lorme, di Saltabadil, di Dona Sol, di Cromwell e dei loro cento fratelli vittorhughiani, ma, ricantando il duetto dolce e languido, o la ballata del contralto o il truce recitativo del bieco ministro , quegli agitati spettri andrebbero ad abbracciarsi coi più popolari eroi del Verdi: E nessuno oserebbe prenderli pel ganascino e staccarli, tanto l'aria di famiglia — senza intenzione di bisticci — imporrebbe ri- spetto e l'emozione del riabbracciarsi ci strapperebbe le lagrime.

Il Ruy-Blas, dunque, pur rappresentando la fonte benefica cui il Marchetti attinse per trentatre anni la grande popolarità, è un'opera di derivazione senza divenir mai né plagiaria, né sterile. A traverso un visibile plasma verdiano, 1' opera rivela una cifra. Codesta cifra fu segno spontaneo dell' ingegno del Marchetti, fu la sua nota auto- noma.

Egli sorti da natura un temperamento elegiaco , nel fondo. E la essenza amorosa della sua musica contiene tutti gli elementi con- templativi che, quattro anni prima del Ruy-Blas, nel , -: Sul fondo elegiaco— che appunto fu la cifra intima del nostro auto- re — V elemento drammatico è riuscito stranamente per soverchiare. E il Marchetti presto s'avvide — re- stiamo pure fra le metafore marinaresche — che la sua squadra era ridetta alla nave ammiraglia.

La demente — colpita dalla coincidenza della rappresentazione della Traviata nella stessa Torino, che doveva farle da madrina — fu travolta dal trionfo del capolavoro verdiano. Roma l'accolse più cordialmente. Egli credette pura e originale manifestazione d' un temperamento quel che fu solo fugace e felice innesto di doni personali su vigorosi germi altrui. Al Ruy Bios seguirono 1' Amore alla prova rappresentata nel a Torino e il Gustavo Warn Milano, , ma il successo fu scarso e le opere caddero in abbandono.

Alla calda passionalità verdiana sovrimpose una cornice più fastosa: Su codesti elementi es- senziali, più matura scienza musicale, migliore perizia di strumenta- tore, accuratezza di t'orma nel pezzo e nel complesso.

E a che valse? Che dolore per il suo animo buono! Il rispetto del pubblico e della critica non gli fece velo alla verità: Comprese che solo un raggio - lungo, caldo, benefico — aveva brillato nel suo cielo d'artista. Comprese che le ali di Giuseppe Verdi — forse per premiare 1' unico imitatore che avesse bene meri- tato dal poderoso ispiratore — avevan di buon grado, ma per una sola volta , recato sulle ampie cartilagini la gloria dell' ingegnoso di- scepolo.

Comprese che una cifra non conquista una durevole aureola, che il raggio non ha il calore della fiamma , che la facilità non si accoppia sempre alla fecondità, che la coltura, 1' onestà artistica , lo studio anche elevato d'un'arte, non si sostituiscono al dono divino della creazione, alla facoltà di tener, nel breve giro di poche note, sotto il proprio dominio l'anima d'una folla e i cuori degli eletti.

Chi oggi saprebbe aver tanta perspicuità e tanto discernimento? Non certo i giovani imbrattacarte che ostacolano il cammino agi' ingegni autentici! Marchetti scelse campo diverso, ma non meno degno. Quanti giovani debbono al consiglio e all' appoggio di Filippo Mar- chetti il primo impulso a una carriera brillante o promettente! Il vec- chio ed elegante maestro — la cui zazzera grigia sembrava il nimbo più decorativo d' una bella figura, aperta ed espressiva — il prediletto amico di Margherita di Savoia.

Nessun livore per 1' abbandono del teatro, nessun egoismo dopo 1' alta posi- zione raggiunta!

Film x francais complet dominatrice lille -

A lui vien negato l'intuito del teatro, mentre lo si giudica uno scrittore forte ed un giornalista grande. Tu vai da mia moglie: Non è dunque da maravigliare se il teatro Antoine, il teatro Gemier, compil porn viva street escort lo sso Gymnase, che, guidati da una mente sola, da una volontà. film x francais complet dominatrice lille

This Post Has

  1. -

Leave a Reply

  • 1
  • 2
Close Menu